Menu
Cerca
Martinengo

Escono per comprare la droga, fermati confessano tutto ai carabinieri

Tra i denunciati anche due trentenni disoccupati segnalati anche alla Prefettura.

Escono per comprare la droga, fermati confessano tutto ai carabinieri
Cronaca Media pianura, 17 Marzo 2020 ore 15:24

Proseguono i controlli dei carabinieri su tutto il territorio provinciale per garantire il rispetto delle norme stabilite dal DPCM che ha - di fatto - blindato l'Italia. Negli ultimi giorni, tra i fermati, a Martinengo anche due giovani che, dopo essere stati fermati, hanno candidamente confessato di essere usciti di casa per compare della droga.

Controlli in tutta la provincia: 46 denunciati

Serrati e capillari i controlli da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Bergamo, riguardo il mancato rispetto di quanto previsto dal DPCM. Proseguono nei centri abitati e lungo le principali arterie stradali extraurbane i controlli da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Bergamo: nella giornata di ieri sono stati controllati 94 esercizi commerciali, oltre 500 veicoli per un totale di circa 700 persone, le cui autodichiarazioni  verranno sottoposte ad ulteriore ed attenta verifica, e che hanno portato al deferimento di 46 soggetti ai sensi dell’art 650 del codice penale, per l’inosservanza di un provvedimento di un’autorità, che prevede la pena dell’arresto fino a 3 mesi o l’ammenda fino a 206 euro, nei confronti di persone che hanno fornito delle informazioni non esatte o comunque non sufficienti a giustificare la propria mobilità e, talvolta, dando giustificazioni alquanto fantasiose.

È importante ricordare che autodichiarazioni non corrispondenti al vero potrebbero comportare un’ulteriore denuncia ai sensi dell’art. 495 del Codice Penale ovvero “falsa attestazione ad un pubblico Ufficiale” per il quale è prevista la pena della reclusione da uno a sei anni.

Escono per comprare droga, due denunciati e segnalati

La Compagnia di Treviglio ha fermato a Martinengo due disoccupati trentenni che controllati, hanno dichiarato espressamente di esser usciti di casa per acquistare droga e hanno consegnato ai carabinieri una modica quantità di hashish. Per loro è scattata anche la segnalazione ai sensi dell’art.75 d.p.r. 309/90 quali assuntori di sostanza stupefacente.

Dal film con l'amico al furto in oratorio

La Compagnia di Bergamo è intervenuta fermando uno studente di Ponte San Pietro che si è recato al di fuori comune per raggiungere la casa di un amico e vedersi un film insieme. La Compagnia di Zogno ha fermato invece un pakistano, proveniente da fuori provincia, che stava svolgendo opera di volantinaggio per le vie del paese. A Clusone tre amici poco più che ventenni hanno abbandonato la loro abitazione recandosi al bar di un oratorio da dove hanno rubato bevande e dolciumi.  Per loro è scattata anche la denuncia per furto.

Carabinieri "fattorini" per gli anziani

 

In questi giorni i Carabinieri oltre a concorrere all’attuazione delle misure disposte dalle Autorità competenti per fronteggiare il rischio di diffusione del nuovo coronavirus, si sono prodigati in una continua opera di sostegno e vicinanza alla popolazione, sensibili alle esigenze di informazione e rassicurazione espresse sopratutto dalle fasce più deboli, maggiormente nei piccoli centri abitati. In particolare, stamattina personale della Stazione Carabinieri di Curno si è recato con urgenza all’ospedale Papa Giovanni per prelevare un farmaco necessario ad una 71 enne trapiantata e malata oncologica che vive sola, consegnandoglielo alla propria abitazione.

TORNA ALLA HOME