Menu
Cerca
Tra Caravaggio e Fornovo

Esche avvelenate nei campi, indaga la Polizia locale

Il sindaco Gian Carlo Piana, in un avviso, ha invitato i cittadini a prestare la massima attenzione per tutelare la salute dei propri amici a quattro zampe.

Esche avvelenate nei campi, indaga la Polizia locale
Cronaca Gera d'Adda, 22 Gennaio 2021 ore 15:43

Esche avvelenate nella zona di campagna al confine tra i Comuni di Caravaggio e Fornovo. Dopo le segnalazioni, arrivate al Comune e via social, ieri la Polizia locale e l’ufficio Tecnico fornovese ha compiuto un sopralluogo raccogliendo dei campioni ora al vaglio del servizio veterinario dell’Ats.

Esche avvelenate nei campi tra Caravaggio e Fornovo

Sono state segnalate e rinvenute ieri, giovedì 21 gennaio, delle esche probabilmente avvelenate nella zona di campagna al confine tra i territori di Caravaggio e Fornovo. La Polizia locale di Caravaggio e l’ufficio Tecnico di Fornovo hanno compiuto un sopralluogo in zona dopo aver ricevuto sia attraverso i canali social, sia attraverso mail, la segnalazione di alcuni cittadini che, passeggiando con i loro animali hanno notato delle esche di mais (forse) avvelenate. Una trappola per uccidere le nutrie che imperversano nei corsi d’acqua della zona? Forse, ma la Polizia locale sta indagando sulla vicenda per risalire a chi le ha sparse in quella zona.

L’avviso dal sindaco Piana

Oggi, venerdì 22 gennaio, il sindaco di Fornovo Gian Carlo Piana ha pubblicato un avviso ai cittadini invitandoli a “porre la massima attenzione onde evitare potenziali avvelenamenti” nel caso si trovassero a passeggiare nelle campagne tra i due Comuni con i loro amici a quattro zampe. I campioni prelavati sul posto dagli agenti sono stati inviati al servizio veterinario dell’Ats per essere analizzati. Nel frattempo, le indagini della Polizia locale per far luce sull’accaduto vanno avanti. “Andremo a fondo a questo fatto increscioso – è il commento dell’Amministrazione comunale di Fornovo -, in collaborazione con la Polizia locale del Comando di Caravaggio per arrivare a scoprire gli autori di questo gesto”.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli