Menu
Cerca

Emergenza o gioco? Il sindaco bacchetta i liceali del Don Milani

Tantissime richieste dopo la decisione di chiudere alcune scuole della città.

Emergenza o gioco? Il sindaco bacchetta i liceali del Don Milani
Cronaca Romanese, 30 Ottobre 2018 ore 14:08

Dopo la decisione di Sebastian Nicoli di chiudere due scuole danneggiate dal maltempo a Romano, la pagina Facebook del Comune è stata riempita di richieste degli studenti del Liceo Don Milani di chiudere anche il loro Istituto scatenando l’indignazione del primo cittadino.

La chiusura delle scuole

Lunedì il maltempo ha danneggiato il tetto della scuola elementare Mottini, tanto da allagare un’ala dell plesso e costringere gli studenti ad evacuare nel vicino Istituto Enrico Fermi. Il sindaco Sebastian Nicoli nella serata di lunedì ha comunicato la chiusura delle scuole per martedì, in modo permettere la messa in sicurezza dei locali allagati, soprattutto per gli impianti elettrici e far rientrare i piccoli alunni della scuola a lavori ultimati. Una decisione che però ha suscitato l’invidia dei liceali del Don Milani che hanno scritto al sindaco chiedendo la chiusura anche del loro Istituto.

La risposta del sindaco

“Nonostante l’eccezionalità dell’evento atmosferico, il Don Milani (che è di competenza provinciale, non comunale) non ha segnalato particolari problematiche così come abbiamo accertato già da ieri sera che in città non c’erano gravi impedimenti alla viabilità o all’accessibilità dei luoghi e laddove c’erano degli alberi che ostruivano alcune vie, gli stessi sono stati rimossi nella notte. – ha spiegato il sindaco – Tutto questo quindi non giustificherebbe alcuna chiusura. La Prefettura stessa ha chiesto ai sindaci di valutare le situazioni contingenti non facendo alcuna ordinanza provinciale”.

Il richiamo agli studenti

“Ritengo riprovevole che, dopo un annuncio dato sulla pagina Facebook ufficiale del Comune, la maggior parte dei commenti siano stati di studenti del don Milani che, con diversi modi e accenti, chiedevano la chiusura della scuola quando la dirigenza scolastica non aveva segnalato al sottoscritto alcun problema che richiedesse interventi.- ha scritto il sindaco – Cari ragazzi, credo sia proprio ora che impariate ad utilizzare meglio questi strumenti: non stiamo giocando, non stavamo gestendo una sciocchezza e credo che intasare la pagina commentando un annuncio ufficiale del sindaco con richieste, suppliche, insulti o simili sia stato veramente poco maturo da parte vostra.Provate a capire la differenza tra un utilizzo ludico e un utilizzo che ludico non é. Forse capireste da soli che aspettarsi che il sindaco, impegnato nella gestione di un’emergenza in città, debba pure impegnarsi a fornirvi delle spiegazioni di una decisione presa è del tutto fuori luogo”.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli