Menu
Cerca

Droga, tre arresti e un denunciato a Treviglio: sequestrato oltre un etto di hashish

Il blitz è avvenuto ieri pomeriggio in via Pontirolo

Droga, tre arresti e un denunciato a Treviglio: sequestrato oltre un etto di hashish
Cronaca 26 Agosto 2017 ore 09:33

Operazione antidroga a Treviglio, in via Pontirolo. In azione i carabinieri con l’ausilio dell’unità cinofila della Polizia locale.

Tre arresti e un denunciato

Ieri pomeriggio i carabinieri della Compagnia di Treviglio, con l’ausilio dell’unità cinofila della Polizia locale, hanno eseguito un’imponente operazione antidroga in via Pontirolo. Una decina di militari impegnati, sia in divisa che in borghese, coordinati sul posto dal capitano Davide O. Papasodaro. Hanno eseguito tre arresti in flagranza di reato, una denuncia a piede libero e due segnalazioni amministrative per droga. I militari dell’Arma stavano monitorando diversi movimenti sospetti in una palazzina degradata, probabile teatro di spaccio di sostanze stupefacenti. Continuo, infatti, il via vai di giovani e non a tutte le ore del giorno. Diverse, tra l’altro, la lamentele fatte dagli abitanti della zona, soprattutto nell’ultimo periodo.

Sequestrato un etto di hashish

Ieri è quindi scattato il blitz, sequestrato dai militari oltre un etto di hashish. Parte dello stupefacente, in particolare, era stato ceduto da un 20enne egiziano pregiudicato a due incensurati, una donna 39enne di Treviglio e un suo amico egiziano 34enne. Altra droga, invece, è stata rinvenuta dai carabinieri e dall’unità cinofila della Polizia locale in un appartamento del palazzo, abitato dal 20enne egiziano e dal padre 49enne. Quest’ultimo è stato denunciato a piede libero in concorso con il figlio. Recuperato dagli investigatori dell’Arma anche altro materiale documentale ritenuto importante per ricostruire il circuito criminale messo in piedi dalle persone catturate, deferite dopo il blitz.

Un 20enne in carcere

Il 20enne egiziano è stato tradotto in carcere a Bergamo, per la successiva convalida ordinaria che ci sarà nei prossimi giorni. La coppia di incensurati verrà invece giudicata in mattinata in Tribunale con il rito per “direttissima”. Proseguono intanto gli approfondimenti da parte dei militari. Non si escludono a breve analoghe operazioni antidroga in città, la guardia resta quindi alta.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli