Menu
Cerca

Droga, ricettazione e falso, 38enne marocchino ai domiciliari per nove mesi

I Carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno messo ai domiciliari un 38enne marocchino di Covo, condannato per spaccio, ricettazione e documenti falsi.

Droga, ricettazione e falso, 38enne marocchino ai domiciliari per nove mesi
Cronaca Romanese, 17 Giugno 2018 ore 10:02

I reati per i quali l'uomo è stato condannato ai domiciliari risalgono al 2010 ed erano stati commessi a Cortenuova.

38enne marocchino ai domiciliari

E' stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Treviglio un 38enne marocchino residente a Covo. L'uomo è stato condannato a nove mesi di detenzione domiciliare e a pagare una multa di oltre duemila euro. A suo carico un provvedimento restrittivo emesso dalla Procura di Bergamo, che ha rigettato l'affidamento in prova al servizio sociale.

Spaccio, ricettazione e documenti falsi

L'uomo è stato condannato per spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione e falsità di materiale documentale. I fatti risalgono tutti al 2010 ed erano stati commessi a Cortenuova. L'uomo, al netto della carcerazione preventiva già scontata, trascorrerà altri nove mesi ai domiciliari.

Ricorso inammissibile, eseguito l'arresto

Dopo l'inammissibilità del ricorso in Cassazione, la Procura di Bergamo ha reso definitiva la condanna nei confronti del 38enne. L'extracomunitario ha dunque ricevuto l'ordine di detenzione domiciliare a proprio carico, eseguito dai Carabinieri della stazione di Romano, competenti per il territorio di Covo.

 

TORNA ALLA HOME.