Cronaca

Droga nell'aiuola e irregolari: cento persone controllate a Martinengo FOTO

Droga nell'aiuola e irregolari: cento persone controllate a Martinengo FOTO
Cronaca Romanese, 25 Agosto 2018 ore 09:23

Droga nell'aiuola e irregolari: cento persone controllate a Martinengo. Tra ieri sera e stanotte  si è tenuto ad opera dei carabinieri di Treviglio una grande operazione per la prevenzione dello spaccio di droga nella città della Bassa orientale Sequestrato oltre mezzo etto di marijuana e cocaina e un centinaio di persone identificate.

La droga sequestrata a Martinengo

Controlli a tappeto

Il controllo è cominciato in serata e proseguito per buona parte della nottata.  Sotto la lente sono finite le vie del centro storico tra le quali anche via I° maggio, area  sensibile al fenomeno dello spaccio di droga.

Tra i controllati, i militari hanno subito rintracciato un marocchino 37enne, ricercato per una condanna per droga e per reati contro il patrimonio. Un altro connazionale, 30 anni, è stato invece denunciato per violazione della legge sull'immigrazione e per lui è scattata la procedura di espulsione dal territorio nazionale.   E’ stato denunciato a piede libero per clandestinità  anche un marocchino 20enne fermato durante le operazioni di pattugliamento in riferimento.

Droga nell'aiuola

Importante il ritrovamento di droga: è stato sequestrato infatti oltre mezzo etto di droga (suddivisa in cocaina ed hashish) già porzionata in alcune decine di dosi, pronta per essere spacciata. Lo stupefacente è stato recuperato dai Carabinieri in due distinti contenitori  (un borsello ed un pacchetto di sigarette), nascosti in un’aiuola di via Cerioli.

Non solo droga e spaccio

Anche un 45enne italiano residente nella Bassa  è finito nei guai: fermato alla guida della propria autovettura, è risultato infatti ieri sera in stato di ebbrezza. L’uomo si è rifiutato di sottoporsi all’alcoltest ed è stato per tale motivo denunciato a piede libero. Gli sono stati decurtati venti punti.

Ultrasessantenne girava  con la bici rubata

E’ stato denunciato a piede libero per evasione anche un italiano ultrasessantenne, scappato da una comunità dove stava scontando una pena ai domiciliari. Aveva con sé una bicicletta rubata.

TORNA ALLA HOME

Seguici sui nostri canali