Menu
Cerca

La Regione approva la Giornata contro la droga INFOGRAFICA

Preoccupa il ritorno dell'eroina: solo cinque euro per acquistare una dose

La Regione approva la Giornata contro la droga INFOGRAFICA
Cronaca 26 Giugno 2017 ore 11:14

Anche la Lombardia dedicherà una giornata alla lotta alla droga, promuovendo iniziative di sensibilizzazione e approfondimento sulla tossicodipendenza rivolte principalmente alle famiglie e ai giovani per contrastare l’aumento esponenziale del consumo di droga.

Approvata, ieri, in Regione

Lo prevede una legge approvata ieri, martedì, dall’Assemblea lombarda (35 voti a favore, 17 contrari), di cui è stato relatore Riccardo De Corato (Fratelli d’Italia). Primi firmatari del provvedimento anche i consiglieri Francesco Dotti (Fratelli d’Italia), Daniela Maroni e Lara Magoni (Lista Maroni).  Respinto, invece, un emendamento proposto dalla consigliera Maria Teresa Baldini (gruppo misto – Fuxia people) che voleva che la celebrazione cadesse il 20 aprile, in concomitanza con la giornata per la legalizzazione della cannabis, come “risposta forte della Regione”.

Rete con il territorio

Il provvedimento lombardo punta al coinvolgimento delle scuole, anche attraverso campagne d’informazione sui social network, convegni, studi e dibattiti per diffondere il messaggio che “tutte le droghe fanno male, senza alcuna distinzione”. Per far ciò si avvarrà della collaborazione degli enti del servizio sociosanitario, gli enti locali e delle associazioni del terzo settore. Per la celebrazione della giornata, la cui data sarà decisa dalla Giunta regionale in un successivo provvedimento, sono sati messi a disposizione 20mila euro per il 2017.

Dati allarmanti

Secondo dati regionali, sono più di 800.000 le persone che hanno assunto una sostanza illecita almeno una volta nel corso dell’anno tra i 15 e i 24 anni. Nell’ultimo anno più di 700.000 cittadini lombardi hanno usato cannabis e 120.000 hanno usato cocaina.

E nella Bassa è sempre peggio

Ogni mille abitanti nella Bassa si consumano più sostanze stupefacenti che a Milano. E’ il dato allarmante emerso, questa mattina, durante il convegno organizzato a Treviglio dall’Aga (Associazione genitori antidroga) insieme con la “Fondazione Anni Sereni” e Risorsa sociale Gera d’Adda. In occasione della Giornata mondiale contro la droga, infatti, è stato presentato lo studio scientifico a cura dell’istituto “Mario Negri” di Milano dedicato al consumo delle droghe nella Bassa Bergamasca.

Più che a Milano

Dopo i saluti introduttivi affidati al presidente della “Fondazione Anni Sereni”, che ha ospitato il convegno, Augusto Baruffi e al presidente di Aga Enrico Coppola sono stati illustrati i risultati della quarta fase della ricerca che, purtroppo, parlano chiaro: nella Bassa, ogni giorno e ogni mille abitanti, si consuma più droga che a Milano. A sostenerlo, dati alla mano sono stati i relatori Enrico Davoli ed Ettore Zuccati che hanno dipinto un quadro impressionante, affiancati dai relatori tecnici Elisabetta Fabbrini, direttore generale dell’Asst Bergamo Ovest, Mara Azzi, direttore generale Ats Bergamo e Angelo Capelli, vicepresidente III Commissione Sanità e Politiche Sociali.

Trend in crescita: in otto anni +110

A leggere i dati c’è da restare a bocca aperta. Il consumo giornaliero, sempre riferito al territorio della Bassa, per il Thc (cannabis) è di 4788 dosi, in aumento del 110% dal novembre 2009 ad aprile 2017. Stessa crescita esponenziale anche per la cocaina che registra 1067 dosi giornaliere con un aumento del 111%. Sono, invece, 193 le dosi al giorno di eroina, che ha subito un aumento del 95%, e 3,6 dosi per l’Mdma.

Enti in prima linea

Al convegno, per discutere come reagire davanti al dilagante consumo di stupefacenti, hanno preso parte anche il deputato e membro della Commissione Affari Sociali alla Camera Elena Carnevali, il senatore e presidente del Copasir Giacomo Stucchi, l’assessore regionale alle Infrastrutture Alessandro Sorte, il presidente dell’Ambito di Treviglio Dimitri Bugini, il presidente del distretto Bergamo Ovest Elena Poma e il sindaco di Treviglio Juri Imeri.

Un concerto contro la droga

Per sensibilizzare i giovani, il Comune di Caravaggio ha anche organizzato un concerto estivo dal titolo eloquente “Fatti di musica, non di…” che si terrà domani sera, giovedì, ai giardini pubblici di via Papa Giovanni XXIII. In collaborazione con la Croce Rossa Italiana, alpini, cooperativa Eureka, il Comune ha organizzato un concerto con lo scopo di proporre ai giovani stimoli nuovi e un modo diverso e sano di divertimento, lontano dal mondo delle sostanze stupefacenti.
I sei gruppi musicali partecipanti saranno composti da giovani, residenti nel territorio, con la passione per la musica. I ragazzi metteranno a disposizione la loro esperienza per dimostrare che la musica può essere un modo per realizzare e condividere i propri sogni e progetti, creando rapporti di amicizia stabili e duraturi.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli