La situazione nella Bassa

Dove sono i nostri no-vax? Pontirolo in testa

Tra i 34mila che non hanno nemmeno una dose non solo i contrari, ma anche gli indecisi, gli attendisti e gli esenti per patologie.

Dove sono i nostri no-vax? Pontirolo in testa
Cronaca Treviglio città, 02 Settembre 2021 ore 15:52

Sono Pontirolo, Fontanella e Boltiere i tre Comuni della Bassa in cui è più alta la percentuale di cittadini che non hanno ancora ricevuto almeno una dose di vaccino anti-Covid. E se, anche a detta dell'Ats Bergamo, i numeri della copertura vaccinale nella provincia orobica non sono affatto male, se confrontati a quelli nazionali, restano in numeri assoluti davvero parecchi i cittadini ancora "scoperti". Nonostante l'effetto "Green Pass", che nelle scorse settimane ha indubbiamente accelerato la corsa al vaccino.

I non vaccinati sono 34mila

 

Non tutti "No-vax", chiaramente: nel novero - che in percentuale sul totale della popolazione "vaccinabile" tocca un massimo del 19.3% a Fontanella e a Pontirolo - ci sono sì i "contrarissimi", ma anche gli indecisi, gli attendisti e ovviamente le persone ancora non vaccinate per esigenze mediche. Nella Bassa, complessivamente, i cittadini a "zero dosi" sono ancora circa 34mila su una popolazione target di circa 221mila persone. Circa 188mila invece, quelli che hanno ricevuto almeno una dose e 155mila quelli che hanno completato il ciclo vaccinale.

I Comuni più virtuosi

Dall'altro lato della classifica c'è Palosco, di gran lunga il centro più vaccinato della zona: solo 9 paloschesi su 100 sono ancora scoperti e 77 hanno già due dosi. Bene anche la vicina Mornico, così come Spirano, Calcinate, Calvenzano, Ghisalba, Fornovo, Cividate al Piano, Mozzanica, Pagazzano, Isso, Brignano e Misano. Treviglio, poco distante da Romano, Caravaggio e da Cologno tra i centri principali della zona, si colloca più o meno a metà classifica. Su circa 26mila vaccinabili in città, il 14% sono scoperti (3651), il 15,5% hanno soltanto una dose (4062) e 18mila395 (70,5%) hanno due dosi.

 Asst a quota 683mila dosi

Intanto, la campagna vaccinale prosegue nelle quattro strutture dell’Asst Bergamo Ovest attive, anche se a ritmi meno sostenuti rispetto ai mesi scorsi dato che, appunto, anche le seconde dosi vanno completandosi. Complessivamente, dall’inizio della campagna a febbraio nella nostra zona sono state distribuite e somministrate circa 684mila dosi, la gran parte delle quali tra i centri vaccinali di Dalmine (210mila), TreviglioFiera (157mila), Spirano (104mila, ora chiuso) e Antegnate (79mila).