Menu
Cerca

Doppio furto e la zona industriale resta (quasi) al buio

Due furti nel giro di pochi giorni. I ladri hanno lasciato la zona industriale al buio e una bella gatta da pelare al sindaco, che ora chiede aiuto alla comunità.

Doppio furto e la zona industriale resta (quasi) al buio
Cronaca 28 Agosto 2017 ore 16:15

E’ capitato negli scorsi giorni a Barbata. I ladri hanno colpito due volte nel giro di poco. L’obiettivo sempre lo stesso: la zona industriale. E ora il sindaco chiede aiuto ai suoi concittadini per stanare i colpevoli. I danni, infatti, ammontano già a 5mila euro. Il timore è che ci possa essere un terzo tentativo da parte dei malviventi.

Doppio furto

Il target è stato sempre lo stesso in entrambi i casi. I ladri hanno infatti rubato i cavi della pubblica illuminazione, lasciando così la zona industriale al buio. Il primo episodio si è verificato settimana scorsa. Nella parte nuova della zona industriale, qualcuno ha tagliato i cavi, posti sotti i tombini in ghisa, per sfilarne il rame. Il secondo episodio si è verificato pochi giorni fa. Altri pozzetti scoperchiati e altri cavi tagliati. Questa è il primo caso di furto di cavi nella zona industriale, anche se in passato Barbata è stata più volte vittima di questo fenomeno in altre zone del paese.

I precedenti

Un paio di anni fa un furto simile si era verificato alla pista ciclabile che collega Barbata ad Antegnate. Come in questi giorni, allora alcuni ignoti, pochi giorni dopo l’inaugurazione della pista, avevano sfilato i cavi dell’illuminazione pubblica. Fortunamente, in quel caso, i cavi erano in alluminio. I ladri, avendo capito che non si trattava di rame, avevano lasciato i cavi sparsi qua e là, limitando così i danni. Il recente doppio furto ha infatti causato danni per una cifra di 5mila euro, fatto che ha allarmato il primo cittadino che ora chiede l’aiuto di tutta la sua comunità.

L’appello di Trapattoni

“Il paese è di tutti, se tutti ci aiutiamo possiamo scovare i responsabili del furto”. Sono queste le parole del sindaco Vincenzo Trapattoni. “Abbiamo visionato i filmati della videosorveglianza – ha detto – nelle due sere sono risultati circolanti nell’area auto con targa straniera. Essendo targhe estere, non si può risalire all’intestatario del veicolo. Per questo chiedo l’aiuto di tutti. In quella zona camminano la sera almeno 20 persone e comunque c’è sempre un bel via vai, quindi, chiunque noti qualcosa di strano non esiti di segnalarlo. Insieme possiamo risolvere il problema. Anche perché il danno ricade su tutta la comunità. Ad oggi sono 5mila euro, non vorrei che aumenti”.

(foto generica di Barbata)