Dopo Ragù anche una gatta impallinata a Spirano

Due casi analoghi e ravvicinati nel tempo. E i proprietari iniziano a temere per l'incolumità dei loro animali.

Dopo Ragù anche una gatta impallinata a Spirano
Cronaca Treviglio città, 31 Maggio 2018 ore 12:57

Dopo il cagnolino Ragù, ferito da un proiettile ad aria compressa mentre si trovava nel giardino di casa la scorsa settimana, ora a denunciare l’ennesimo episodio di violenza ai danni della propria gatta Polly è un’altra spiranese, Isa Mangili.

Gatta impallinata a Spirano

E’ successo nei giorni scorsi ed è il secondo episodio identico in paese, nel giro di nemmeno un mese. Una «coincidenza» che lascia aperte molte domande.  A raccontare l’inquietante episodio è proprio la padrona. La gattina, come Ragù, è stata colpita da un colpo di pistola. E’ miracolosamente viva, ma ha ancora il proiettile incastrato nel cranio.

Il racconto della proprietaria

“Nella notte tra sabato 28 e domenica 29 aprile scorso la nostra gatta è rientrata in casa dopo la sua solita passeggiata notturna. Fin qui niente di strano, se non che il mattino seguente abbiamo riscontrato che sul pavimento di casa c’erano molte macchie di sangue. Allarmati, io e mio marito Mario abbiamo subito portato la nostra gatta in una clinica veterinaria dove, dopo gli accertamenti del caso, è stata riscontrata una lesione perforativa all’occhio sinistro causata proprio da un proiettile conficcato nella zona suborbitale – ha precisato la proprietaria della povera gatta – Il proiettile, data la posizione, non poteva essere estratto se non a rischio della stessa vita della gatta. Così è stata pertanto trattenuta in cura ed in osservazione sino alla dimissione avvenuta solo recentemente”.

Leggi di più sul giornale in edicola

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli