Scomparsa

Donna scomparsa a Crema, ritrovata l’auto bruciata

Nell'abitacolo anche la carcassa di un cane, bruciata nell'incedio

Donna scomparsa a Crema, ritrovata l’auto bruciata
Cremasco, 17 Agosto 2020 ore 14:04

Scomparsa nel nulla da due giorni. Da sabato non c’è più traccia di Sabrina Beccalli, ma la sua auto è stata trovata bruciata in un campo.

L’antefatto

Si chiama Sabrina Beccalli la donna scormparsa da Crema a Ferragosto. Sabrina ha 39 anni, un figlio e una separazione alle spalle. Sabato mattina ha lasciato il figlio di 14 anni da amici, dopodiché di lei si sono perse le tracce e a 48 ore di distanza non si sa ancora nulla. Il programma prevedeva una gita in piscina, dove la donna avrebbe raggiunto amici e figlio all’ora di pranzo per trascorrere insieme il Ferragosto. In piscina però, Sabrina non ci è mai arrivata. L’inizio di un’attesa durata due giorni, al termine dei quali la 39enne non ha fatto ritorno a casa.

Le ricerche

L’allarme è scattato nel pomeriggio di sabato. La famiglia, avvertita dagli amici che non la vedevano arrivare, ha avviato inutilmente le ricerche nelle campagne di Vergonzana, frazione di Crema dove abita la donna. La notte successiva i volontari della Protezione civile e i Vigili del fuoco hanno esteso le ricerche nei dintorni con l’impiego dei droni e dei cani molecolari, che tuttavia non hanno fiutato nessuna pista. Per oggi, lunedì 17 agosto, è previsto l’arrivo di un elicottero che perlustrerà la zona dall’alto.

L’auto bruciata

Al puzzle confuso con cui gli inquirenti hanno a che fare, sabato sera si è aggiunto un altro tassello. Un incendio nelle campagne di Vergonzana ha messo in allarme i Vigili del fuoco, che intorno alle 22.30 hanno spento il fuoco e ritrovato sul sedile posteriore delle Fiat Panda data alle fiamme, la carcassa carbonizzata di un cane. Il cane non sarebbe di Sabrina, ma l’incendio è doloso, elemento che fa temere il peggio per le sorti della donna, sebbene i motivi e le responsabilità del gesto siano ancora da appurare.

I timori dei parenti

I parenti, disperati, temono che possa esserle stato fatto del male. Venerdì la donna si era recata da don Lorenzo Roncali, il parroco di San Bernardino a Crema, al quale aveva comunicato la notizia di aver trovato lavoro. Un fatto che la riempiva di gioia, dato il momento di difficoltà economica che stava attraversando.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia