Menu
Cerca

Donazione: un doppio appuntamento per dire sì alla vita

Alle 14.30 del 4 ottobre il TnT ospita un convegno informativo per sapere come e perchè donare. Domenica 8 ottobre invece tutti allo stadio comunale di Caravaggio per la partita del dono

Donazione: un doppio appuntamento per dire sì alla vita
Cronaca 03 Ottobre 2017 ore 22:40

Un convegno informativo e una partita di calcio, teoria e pratica per trasmettere un unico straordinario messaggio: quello della donazione.

L’iniziativa targata Asst Bergamo Ovest

Motore di questa campagna a favore del dono è l’Asst Bergamo Ovest, coordinata dal direttore generale Elisabetta Fabbrini, insieme a una squadra di medici e specialisti pronti a mettere in gioco energie e competenze per una gara di solidarietà che ha come traguardo la vita, nostra e degli altri. La presentazione dei due eventi è avvenuta lunedì all’ospedale trevigliese. “Il nostro ospedale non fa trapianti, ma è importante che nel percorso della donazione ognuno faccia la propria parte, e sia a Treviglio che a Romano eseguiamo prelievi – ha spiegato Fabbrini – dalle cornee al cordone ombelicale, ma anche articolazioni nel caso di interventi ortopedici e segnalando donatori multiorgano, spesso purtroppo giovani vittime”.

Rtl 102.5 partner sul campo

Tra i presenti c’era anche un’ospite d’eccezione: la speaker radiofonica di Rtl Nicoletta De Ponti, originaria di Treviglio, che presenterà l’evento calcistico di domenica con il collega Angelo Baiguini .”Sin da piccola sognavo di fare parte dell’Aido – ha svelato Nicoletta – e la prima cosa che ho fatto quando ho compiuto 18 anni è stata quella di iscrivermi all’associazione”.

Il convegno

Il primo degli appuntamenti volti alla sensibilizzazione sul tema della donazione è proprio il convegno informativo dal titolo, “Donare organi, cellule e tessuti: come e perché”, che si terrà al Teatro Nuovo di Treviglio mercoledì 4 ottobre alle 14.30. “Sarà l’occasione per capire come funziona la rete trapianti, quali sono i numeri in Lombardia e in Italia, che verranno illustrati da alcuni esperti come Emilio Galli, Federico Nicoli e Giuseppe Piccolo – ha spiegato Sandro Barni, direttore del Dipartimento Oncologico e tra gli organizzatori del convegno – Ma ci sarà anche l’opportunità di ascoltare le testimonianze di Livio Pegoraro e Francesca Arzuffi, che racconteranno l’esperienza di ricevere un trapianto e dei famigliari di donatori”.

Una scelta in Comune

Particolare risalto sarà inoltre dato a una delle più recenti modalità per donare, che verrà presentata dal sindaco di Treviglio Juri Imeri. Si tratta di “Una scelta in Comune”: ovvero la possibilità di esprimere la propria volontà alla donazione all’atto di rinnovo del documento di identità, in modo da risparmiare la famiglia da questa importante scelta nel momento del lutto. Concorde con il collega Imeri sulla necessità di divulgare e coinvolgere le persone sul tema della donazione anche il primo cittadino di Caravaggio, Claudio Bolandrini, che ha dichiarato: “La sinergia col Comune di Treviglio sull’adesione e promozione di questo progetto è stata totale sin da subito e si è creata una forte intesa e collaborazione finalizzata a far maturare una conoscenza ma soprattutto una coscienza della donazione: una scelta che deve essere coltivata nel tempo e diventare uno stile di vita – ha spiegato Bolandrini – Per questo, anche grazie all’USD Caravaggio, abbiamo messo a disposizione lo stadio comunale per la partita di domenica, che ha l’alto compito di far passare il messaggio consapevole della donazione”.

La partita del cuore

La sfida calcistica che si disputerà domenica 8 ottobre dalle 14.30 è stata poi illustrata da Marco Tizzoni, consigliere regionale nonché capitano della squadra formata dai sindaci e dai consiglieri regionali, che sfiderà la Nazionale Trapiantati sul campo caravaggino. “Da quattro anni questa squadra regionale gioca a favore di eventi benefici e di sensibilizzazione come questo, finora abbiamo sempre perso – ha scherzato Tizzoni – ma quello che importa davvero è essere vicini alle persone del nostro territorio”. Una squadra tutta maschile fatta eccezione per la presenza della campionessa Lara Magoni. Ad allietare l’atmosfera ci penserà la banda di Lurano mentre ad anticipare la partita sarà il triangolare dei Pulcini, delle squadre U.S Caravaggio, Acos Treviglio e ASD Calvenzano. Consenso e partecipazione sono arrivati anche da Elena Poma, sindaco di Stezzano e presidente del Distretto Bergamo Ovest, e dal collega Giuseppe Casali, sindaco di Suisio e presidente dell’Ambito Isola Bergamasca.

Un grazie doveroso

A rendere possibile tutto questo è stato il fondamentale contributo di molte realtà, tra cui l’associazione “Amici di Gabry”, rappresentata da Angelo Frigerio e da oltre vent’anni impegnata nel sostenere i malati oncologici del territorio, e ancora le associazioni Aido, Admo e Avis, Pianura da Scoprire e il Rotary Club di Treviglio, presieduto da Martina Di Rubbo, la quale ha comunicato che verrà donata una sciarpa ai bambini che scenderanno in campo durante il triangolare di calcio. Un grazie sentito va anche all’Istituto Zenale e Butinone, che ha coinvolto delle studentesse che faranno da hostess per la manifestazione. Infine gli sponsor Mombrini Ingrocer e Mombrini snc e Grafica e Arte. L’ingresso alla partita è libero e per chi vorrà fare da subito qualcosa di concreto per la donazione sarà presente un camper attrezzato con degli operatori competenti messo a disposizione dall’associazione “Federica Albergoni Onlus” su cui sarà possibile eseguire un semplice prelievo di sangue per potersi iscrivere, in caso di idoneità, al Registro per le donazioni di midollo, il cui trapianto risulta essere fondamentale per molti malati oncologici.