Cronaca

Domani in oratorio i mercatini del riuso e del baratto

All'iniziativa del gruppo «Bambini in oratorio» parteciperanno circa 40 bancarelle. I mercatini saranno posizionati dalle 14 all'ora di cena.

Domani in oratorio i mercatini del riuso e del baratto
Cronaca 14 Ottobre 2017 ore 11:07

L'oratorio di Morengo è pronto a ospitare la prima edizione di quest'iniziativa a cui prenderanno parte anche alcuni specialisti, che terranno dei laboratori per far divertire anche i più piccoli.

 

L'organizzazione

L'idea viene dal gruppo «Bambini in oratorio», che, con il patrocinio del Comune e la collaborazione di svariate associazioni locali ha dato forma all'evento. Grazie all'aiuto del gruppo di volontari dell'oratorio e alla struttura Alpina, oltre che del gruppo scout morenghese e del parroco don Gigi, l'associazione «Bambini in oratorio», guidata da Giusi Ferlicchie, ha organizzato per domani pomeriggio una giornata di mercatini nel piazzale dell'oratorio.

I mercatini

All'iniziativa parteciperanno circa 40 bancarelle. Saranno presenti bancarelle del baratto, del riuso e di hobbisti, oltre a stand che venderanno castagne e frittelle. L'iniziativa, basata sulle idee di riuso, riciclo e ricreo, si avvarrà della collaborazione di alcuni specialisti, che gestiranno dei laboratori per far divertire e sensibilizzare anche ragazzi e bambini.

Le finalità

«La manifestazione è nata e strutturata per agevolare questo genere di proposte. - ha spiegato l'organizzazione - L'obiettivo è rendere la comunità più consapevole delle possibilità e dell'utilità del riciclo, il tutto in un'atmosfera di divertimento e compagnia. Sarà una giornata piena di sorprese, che inizierà alle ore 14 e andrà avanti fino all'ora di cena. Vogliamo ringraziare tutte le associazioni che hanno collaborato e i volontari dell'oratorio, in particolare Claudio Carne, che ci ha dato una mano enorme».
Morengo dimostra così ancora una volta la propria sensibilità al tema del riciclo e del riutilizzo. Già la primavera scorsa, infatti, l'Amministrazione aveva dimostrato di aver a cuore l'argomento con l'apertura del centro del riutilizzo adiacente alla discarica comunale.