Cronaca

Disabili: a Treviglio rinnovata la convenzione con l'Anmic - TreviglioTV

Disabili: a Treviglio rinnovata la convenzione con l'Anmic - TreviglioTV
Cronaca Treviglio città, 23 Marzo 2017 ore 11:10

Redazione, 23 marzo 2017

(Foto di repertorio)

L'Amministrazione comunale ha rinnovato la convenzione con l’Anmic per i cittadini disabili.

Il Comune di Treviglio, attraverso i Servizi alla Persona, ha rinnovato anche per il 2017 l’accordo con l’Anmic - Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili - per i cittadini che necessitano di un’assistenza per il disbrigo delle pratiche riguardanti l’invalidità, sottoscrivendo un’apposita convenzione con la stessa. L’Anmic è un ente morale che con Decreto del Presidente della Repubblica del 23 dicembre 1978 tutela e rappresenta tutti gli invalidi civili e i mutilati; a Bergamo si è costituita una sede dal 1956, con 6000 iscritti e 52 rappresentanze provinciali. A Treviglio, l'Anmic si trova in un ufficio nei locali dei Servizi alla Persona in via XXIV Maggio 11 e riceve tutti i mercoledì i cittadini con disabilità dalle 8 alle 11: ci si può rivolgere, senza appuntamento, all’operatore incaricato di raccogliere le pratiche, in totale gratuità per gli utenti disabili. I cittadini di Treviglio che si sono rivolti all’Anmic, in base alla convenzione in essere, sono stati mediamente 46 all’anno. A usufruire maggiormente dei servizi sono i cittadini compresi in una fascia d’età oltre i 70 anni con il 48,29% di tutti gli utenti. L’Associazione è in grado di offrire le seguenti prestazioni:

  • Presentazione delle domande d’invalidità civile;
  • Consulenza medico/legale per domande, controlli, ricorsi, ecc.:
  • Consulenza legale per le vertenze di lavoro;
  • Pratiche per il collocamento obbligatorio (Legge 68/99);
  • Istruttoria delle domande da presentare all’ASST (ex distretti Asl) per i benefici economici;
  • Assistenza del patronato in convenzione con l’ANMIC per pratiche INPS e INAIL, compilazione ISEE-ICRIC-RED;
  • Informazioni per:
  • a) Il contrassegno del parcheggio;
  • b) La riduzione IVA per l’acquisto di autovetture;
  • c) Il contributo sulle modifiche apportate alle autovetture (patenti speciali A-B-C);
  • d) Le tessere di circolazione sui mezzi di trasporto regionali;

Soddisfatta l’Assessore Pinuccia Zoccoli Prandina: «L’invalido civile è una persona che ha diritti e doveri che molto spesso si confondono nei meandri della burocrazia; secondo i casi, incontrano percorsi di vita di difficile inserimento, sia sociale, scolastico e lavorativo. Sono certa che gli operatori dell’Anmic presenti a Treviglio, onde evitare per gli utenti lo spostamento presso la sede di Bergamo, sapranno accompagnare i cittadini a superare questi ostacoli nel migliore dei modi, in tempi relativamente brevi e senza preventivi appuntamenti».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter