Cronaca

Detriti sulle cerchie, il sindaco scrive ai cittadini

Ad agosto l'esplosione e l'incendio nella pizzerie, da allora i detriti sono sulle cerchie

Detriti sulle cerchie, il sindaco scrive ai cittadini
Cronaca 06 Ottobre 2017 ore 11:19

Ad agosto l'esplosione e l'incendio nella pizzerie, da allora i detriti sono sulle cerchie.

L'incendio

Nella notte tra lunedì e martedì quando, verso le 2,40 in via MonteGrappa una pizzeria d’asporto è stata completamente distrutta da un rogo, su cui stanno indagando sia i carabinieri che i Vigili del fuoco. Ancora ignote infatti le cause dell’incendio. Non è esclusa, vista la facilità con cui sono divampate le fiamme, che sia stato doloso, provocato da un'esplosione. Se sulle prime erano stati esclusi feriti, è emerso nelle prime ore delle indagini che il titolare, Mauro Mennillo, 48 anni della pizzeria si trovava all’interno del locale, quella notte.

L'odissea del titolare

L'uomo, nonostante le gravi ustioni che lo hanno investito avrebbe raggiunto con mezzi propri Seriate, dove vive il fratello. E’ stato lui che, vista la gravità della situazione, lo ha portato all’ospedale di Bergamo. I medici del pronto soccorso del Papa Giovanni XXIII hanno disposto immediatamente il trasferimento di Menillo al Centro ustioni di Verona, dove è stato ricoverato in prognosi riservata con il 75 percento del corpo ustionato. La metà delle ustioni sono di secondo e terzo grado.

Il comunicato

Si comunica che nella zona antistante la ex pizzeria "Spaccanapoli" si provvederà nuovamente a recintare lo spazio in cui vi sono presenti oggetti derivanti dall'esplosione succeduta all'incendio al fine di mettere in sicurezza il passaggio di pedoni e ciclisti.
Occorre precisare che l'amministrazione comunale e il comandante dei carabinieri stanno sollecitando da tempo l'autorità giudiziaria competente affinché provveda, fatte le dovute perizie, a svincolare l'area. Questo per permettere d'intervenire per la rimozione e pulizia dello spazio.
Non potendo agire diversamente, se non reiterando i solleciti del caso, ho dato disposizione affinché l'area venga recintata nuovamente creando uno spazio idoneo al passaggio.
Ci scusiamo per il disagio che non dipende dall'Amministrazione Comunale.
IL SINDACO