Menu
Cerca
Al fianco delle donne

Depressione post-partum, sportelli attivi nei consultori dell'Asst Bergamo Ovest

Colpisce le puerpere entro i 3 mesi dal parto con una percentuale del 10-12%, e non necessariamente al primo figlio.

Depressione post-partum, sportelli attivi nei consultori dell'Asst Bergamo Ovest
Cronaca Treviglio città, 08 Aprile 2021 ore 15:31

Anche in questo periodo di emergenza Pandemica, continua lo screening e il trattamento in presenza, ma in totale sicurezza, della depressione post-partum.

Combattere la depressione post-partum

Il Servizio ha origini lontane: dal 2005 è, infatti, attiva una proficua collaborazione tra il Dipartimento di Salute Mentale, diretto ora dallo psichiatra Emiliano Monzani, e la rete territoriale dei Consultori Familiari, guidati dalla psicologa Loredana Colombo. L’ambulatorio è finalizzato all'individuazione precoce e al trattamento tempestivo delle problematiche legate all'area della perinatalità e nello specifico della Depressione Post-Partum (DPP).

Ne soffre più del 10% delle donne

Il progetto è nato sotto l'egida dell'Istituto Superiore di Sanità (ISS) con cui l'Asst Bergamo Ovest ha collaborato in molti progetti di ricerca.
La DPP è una forma di malessere che si manifesta con calo d'umore, chiusura relazionale, apatia ma anche irrequietezza e problemi legati al sonno e all'alimentazione. Colpisce le puerpere entro i 3 mesi dal parto con una percentuale del 10-12%, e non necessariamente al primo figlio; anche i dati raccolti in questi anni dall'equipe dedicata a questo progetto nella ASST sono allineati con i dati della letteratura internazionale.

Sinergia con i centri vaccinali

Le mamme venivano inizialmente reclutate ai corsi di accompagnamento alla nascita (CAN) attivi nelle nostre strutture, ma il campione ottenuto non era rappresentativo di tutte le puerpere. Per ampliare il bacino d'utenza in modo da raggiungere tutte le mamme del nostro territorio si è deciso di intercettarle coinvolgendo i Centri Vaccinali di Treviglio, Caravaggio, Romano di Lombardia, Dalmine, Osio Sotto, Zanica, Ponte San Pietro e Calusco: in particolare, quando le mamme portano il neonato/a per sottoporlo alla prima vaccinazione - prevista tra l'ottava e la dodicesima settimana di vita - , vengono invitate a compilare due veloci test di screening che vanno ad indagare l'umore e il livello di stress percepito.

Sos Mamme

Oltre a questo canale di accesso, le donne che manifestano qualsiasi forma di malessere nel periodo perinatale (dal concepimento ai primi 1000 giorni di vita del bambino/a) possono rivolgersi in qualsiasi momento ai Consultori Familiari dove trovano un'equipe multi professionale dedicata, coordinata dalle Psicologhe Miriam Regonesi e Marina Cattaneo.

Possono altresì usufruire del servizio telefonico d'emergenza "SOS Mamme" (0363/590973), attivato in questo particolare periodo di pandemia, o prendere contatto con gli operatori telefonando (0363/590976-035/4245546) o inviando una richiesta all'indirizzo mail: infoconsultorio@asst-bgovest.it.

Contro l'isolamento della pandemia

Nel caso il test compilato nella sede vaccinale indichi uno stato di possibile depressione, le mamme sono ricontattate dal nostro personale che offre loro un trattamento specifico individuale o di gruppo basato sull'evidence-based per la cura della Depressione Post Partum (utilizzando il modello australiano messo a punto dalla d.ssa J. Milgrom).
Visto il particolare periodo storico segnato dalla pandemia e dall'isolamento sociale che ne consegue, risulta particolarmente efficace e gradito il trattamento in gruppo, in presenza: i Consultori si sono attivati per garantirlo in totale sicurezza, grazie a numeri esigui di partecipanti. Tutto il percorso, dallo screening al trattamento, è offerto gratuitamente dall'ASST Bergamo Ovest.

TORNA ALLA HOME