Covid-19

Dentro il centro vaccinale di Antegnate: così la Bassa si libererà dal Covid-19. Boom di prenotazioni

Sarà una maratona. Dopo il centro vaccini di Spirano, ha preso il via ieri il secondo centro hub dell'Asst Bergamo Ovest. Nella Calciana 2700 prenotazioni in 30 minuti

Cronaca Treviglio città, 27 Febbraio 2021 ore 10:50

Dopo il centro vaccini di Spirano, ha preso il via ieri all'Antegnate Gran Shopping il secondo centro hub dell'Asst Bergamo Ovest per la distribuzione di dosi anti-Covid alla popolazione. Il centro sarà peraltro il più vicino al "fronte" del Bresciano ed è al momento il più avanzato esperimento di vaccinazione di massa in corso nella Bassa bergamasca.

Sei linee attive 12 ore al giorno

Sono  sei al momento le "linee" attive nell'ex negozio di abbigliamento trasformato in tempi record in un ambulatorio attivo 12 ore al giorno, sette giorni su sette, con personale medico e infermieristico degli ospedali di Treviglio e Romano. A breve, peraltro, potrebbero aggiungersi alla squadra anche medici di base e pediatri di libera scelta del territorio, sulla base dell'accordo appena raggiunto  a livello provinciale tra sindacati e Ats.  Si lavora anche la domenica: tutti i giorni dalle 8.30 alle 20.30.

 

Il fronte dell'Oglio: entro domenica prossima vaccinati tutti gli over 60

La particolarità è che a differenza dell'hub di Spirano, ad Antegnate si stanno vaccinando in questi giorni soprattutto sia gli over 80 della Fase2 ma anche, in via prioritaria, i residenti over 60 del cordone sanitario istituito dalla Regione per far fronte all'esplosione del contagio sul confine tra Bergamo e Brescia.

Le prenotazioni per questi ultimi sono state aperte ieri e nel giro di mezz'ora sono state più di 2700.  QUI il sito per prenotare il proprio vaccino, se si è residenti in uno dei 15 Comuni coinvolti e se si hanno tra i 60 e i 79 anni.

Al momento stanno lavorando alla macchina del centro vaccinale 14 tra medici e infermieri, più altri 14 per il secondo turno. Ci sono poi una decina di amministrativi, e due informatici, per tracciare in modo preciso l'enorme mole di passaggi e di vaccinazioni.

Entro domenica della prossima settimana chiudere il Cordone sanitario

Rispetto al piano del Cordone sanitario, ad Antegnate si vaccineranno tutti gli over 60 aderenti dei Comuni di Cividate, Calcio, Torre Pallavicina, Pumenengo, Palosco e Castelli Calepio. Una vera e propria folla che, a seconda della percentuale di adesione, potrebbe arrivare a circa settemila persone: 1848 tra i 60 e i 64 anni,  4349 persone tra i 65 e i 79 anni, e 800 over80.   

Il problema delle forniture

Il centro vaccinale sta lavorando al 100% della sua capacità, limitata al momento però dalla velocità limitata dei rifornimenti. L'entusiasmo della popolazione, così come a Spirano, è alta. Il primo vaccinato è stato Giuseppe Locatelli, di Antegnate, 82 anni. Alle 7.15 era già sul posto, nonostante fosse convocato un'ora più tardi.

Il consiglio dell'Asst

Proprio per velocizzare il più possibile i tempi, l'Asst ha chiesto alla popolazione di presentarsi non prima di cinque, dieci minuti prima dell'orario indicato nella convocazione. Ma soprattutto, di presentarsi avendo già stampato e compilato il modulo per il consenso informato. Che con il nuovo sistema di prenotazione, arriva direttamente via mail.  Un accorgimento che consente di sveltire significativamente le code e i tempi di permanenza all'interno della struttura, e quindi anche di aumentare l'efficienza dell'hub, e consente di evitare assembramenti.

Nove minuti per una dose

I tecnici hanno stimato in circa 9 minuti il tempo medio di vaccinazione di un paziente over80, tempo che si accorcia a un terzo circa per i pazienti più giovani. Anche per questo è nelle prossime settimane che si dovrà fare i conti veramente con il problema delle forniture di dosi. Al momento ad Antegnate si vaccinano circa 600 persone al giorno, e la macchina è già satura rispetto alla quantità di dosi ricevute dal Governo. Se triplicherà, com'è auspicabile, anche le dosi dovranno "star dietro" alla velocità delle somministrazioni. Un appello che arriva anche dal super consulente per la vaccinazione Covid Guido Bertolaso, arrivato ieri ad Antegnate per una visita alla struttura. 

"Io non sono quello che deve procurare le cartucce, io devo spararle" ha detto ieri, dopo la breve visita con il dg dell'Asst Bergamo Ovest Peter Assembergs. "Spero che il governo Draghi intervenga e che sia dato il via libera a breve anche ad altri vaccini in corso di approvazione".

TORNA ALLA HOME