Menu
Cerca

Degrado e violenza in stazione, scatta la raccolta firme

Intanto il Comune di Cividate ottiene 300mila euro dalla Provincia per il sottopasso.

Degrado e violenza in stazione, scatta la raccolta firme
Romanese, 04 Marzo 2018 ore 09:40

Degrado e violenza nella stazione di Calcio. Intanto il Comune di Cividate ottiene 300mila euro dalla Provincia per il sottopasso.

Degrado e violenza, in arrivo il sottopasso

Sottopasso della stazione, in arrivo 300mila euro dalla Provincia contro il degrado.  L’obiettivo è quello di rendere nuovamente vivibile l’area contro il degrado e l’insicurezza. L’accordo tra Comune e Provincia per la realizzazione di un sottopasso alla stazione ferroviaria di Calcio – che a dispetto del nome si trova in territorio di Cividate – è stato firmato nei giorni scorsi. Sono stati stanziati 300mila euro per un progetto che dovrebbe costare circa mezzo milione.

A breve la raccolta firme tra i pendolari

Un segnale importante secondo il sindaco Gianni Forlani, per rivitalizzare la zona ora trafficata da spacciatori e senza tetto. Tanto che i giovani di Cividate e Calcio che prendono il treno per andare a scuola, stanno raccogliendo firme per chiedere più sicurezza.

Ancora da definire il progetto

«Il costo dell’intervento dovrebbe aggirarsi sui 500mila euro – ha detto il sindaco – per questo motivo ci stiamo muovendo per chiedere un contributo a terzi interessati alla zona. Dalla somma che riusciremo a raccogliere dipenderà la natura dell’intervento. Per realizzare la sola ciclabile basterà il finanziamento provinciale, mentre se riuscissimo a raccogliere una somma maggiore, potremmo realizzare un sottopasso carrabile a senso alternato, regolato da un semaforo».

Rivitalizzare la stazione

«Con questo intervento vogliamo riportare le persone a frequentare la zona in tutta sicurezza – ha proseguito il sindaco – zona che ad oggi è interessata dalla presenza di spacciatori e di consumatori. Sia all’interno della struttura che fuori. Per il momento cercheremo di tenere monitorata la situazione mediante l’installazione di fototrappole. Il passo successivo sarà incontrare Rfi per capire come poter riutilizzare gli spazi abbandonati della stazione che appunto, sono preda di vandali e occupati abusivamente da senzatetto. Tutto questo non fa che aumentare il senso di paura e insicurezza ma anche i rischi per la salute degli stessi».

Siringhe per terra

Tale degrado danneggia in particolar modo la clientela del bar della stazione «Locomotiv» e i ragazzi che ogni mattina prendono il treno per andare a scuola. «La preoccupazione principale è quella espressa dalle ragazze che si trovano talvolta faccia faccia con spacciatori e consumatori, sia nel sottopasso pedonale che nell’area circostante – spiega il sindaco – E non è raro imbattersi in siringhe sporche di sangue gettate a terra». Una situazione che è stata tenuta in considerazione dalla Provincia nella scelta di finanziare il progetto.

Una siringa

Coinvolgere anche Calcio

«La Provincia si è resa conto della necessità di sostenere il Comune nella realizzazione di questa pista, onde evitare il degrado e far rivivere la stazione dai cittadini. So infatti che molti studenti preferiscono recarsi alla stazione di Romano piuttosto che prendere il treno qui. Una situazione in cui speriamo di coinvolgere il Comune di Calcio, nei prossimi giorni prenderò contatto con la sindaca Comendulli».

“Non è nostro territorio”

La stazione di fatto interessa infatti non solo il Comune di Cividate, ma anche il bacino di Calcio. Il sindaco Elena Comendulli si è dichiarata disponibile ad un sostegno delle intenzioni ma mette le mani avanti. «La stazione si trova su territorio diCividate ed è di proprietà di Ferrovie italiane – ha detto il sindaco – per quanto anch’io auspichi maggiore sicurezza, non mi è possibile far sorvegliare l’area dai miei agenti perché su territorio non di mia competenza. Così come la stazione è di competenza dei carabinieri di Martinengo e non di Calcio».

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli