Antegnate

Degrado al Fontanino, vandalizzata l’oasi verde FOTO

L'inciviltà ha colpito il ritrovo estivo di Antegnate, che a Ferragosto ospita una sagra tradizionale.

Degrado al Fontanino, vandalizzata l’oasi verde FOTO
Bassa orientale, 01 Settembre 2020 ore 13:12

L’inciviltà ha colpito il ritrovo estivo di Antegnate, che a Ferragosto ospita una sagra tradizionale.

Degrado

Secchi ricolmi di rifiuti lasciati sotto i tavoli,nell’acqua del fontanile e atti vandalici alle panchine. Il Fontanino anche quest’anno è stato preso di mira da atti di inciviltà. Nei giorni scorsi, sulla pagina Facebook “Se di Antegnate se” un cittadino ha segnalato la situazione indecorosa in cui versa un luogo simbolo del paese. “Restiamo in tema ambiente, ma questa volta ci spostiamo al parco dei fontanili, zona protetta. – ha scritto – Altro abbandono di rifiuti, ma ciò che mi meraviglia sono le panche vandalizzate. Una cosa del genere non si può assolutamente tollerare, nel rispetto del verde e di una zona molto bella, uno dei simboli di Antegnate”.

Abbandono rifiuti

Quella dei rifiuti abbandonati è una problematica che affligge il Comune di Antegnate. Numerose sono le segnalazioni dei cittadini che in zone diverse del paese, dal centro alla periferia, hanno segnalato situazioni di degrado, con sacchi, a volte mobili, elettrodomestici, abbandonati sul ciglio della strada, in barba al regolamento comunale di conferimento e raccolta differenziata.

Vandalismo

Il Fontanino però ha un triste primato : gli atti vandalici. Nel corso degli ultimi anni sono stati diversi e gravi gli episodi di vandalismo  ai danni della cappelletta che custodisce una statua della Madonna. Il gruppo di volontari degli “Amici del Fontanino” ha sempre rimediato al danno, sostituendo la statua danneggiata, fino alla decisione di chiudere attraverso delle inferriate, la cappelletta, in modo da salvaguardare la sacra effige.

4 foto Sfoglia la gallery

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia