Treviglio

Covid, trevigliese viola i divieti e va a Zingonia: “Cerco una prostituta”

Continuano i controlli dei carabinieri sugli spostamenti. Su mille autodichiarazioni, 82 denunce.

Covid, trevigliese  viola i divieti e va a Zingonia: “Cerco una prostituta”
13 Marzo 2020 ore 17:46

Ai carabinieri l’ha proprio spiegato: è uscito di casa nonostante i divieti perché cercava del sesso a pagamento con una prostituta.  Difficile probabilmente pensare a un’esigenza meno “indifferibile” per uno spostamento, di quella fornita da un 39enne di Treviglio, a un posto di blocco allestito a Zingonia per il controllo del rispetto delle norme di contenimento del Coronavirus.  

Covid, continuano i controlli: 82 denunce

Nelle ultime ore, i controlli della compagnia carabinieri di Bergamo hanno riguardato 600 veicoli per un totale di circa 1000 persone. Tutte queste  autodichiarazioni, successivamente sottoposte ad attenta verifica, hanno fatto scattare ben 82 denunce . Si ricorda che l’inosservanza del provvedimento di un’autorità e prevede la pena dell’arresto fino a 3 mesi o l’ammenda fino a 206 euro. 

Le denunce più curiose: sesso, tennis, kebab

Tra i controllati  appunto, c’è anche un 39enne disoccupato di Treviglio. Che ha detto ai carabinieri di “essere alla  ricerca di sesso mercenario” spiega l’Arma. Tra gli altri denunciati c’è  un imprenditore, che si è recato  in un istituto bancario del centro al solo fine di ottenere un estratto conto.  A Zogno, quattro  giovani sono stati fermati mentre facevano volantinaggio per le vie del centro. A Villa d’Almé il titolare di un locale che serve  kebab è stato sorpreso mentre teneva aperto l’esercizio commerciale come se nulla fosse, nonostante i divieti. E infine a Clusone, due amici poco più che ventenni  sono stati sorpresi mentre giocavano a tennis. 

Casalinga denunciata per delitto colposo contro la salute pubblica

Sempre a Clusone, una casalinga cinquantenne è stata denunciata ai sensi dell’articolo 452 del Codice penale (delitti colposi contro la salute pubblica) perché si trovava fuori casa nonostante fosse sottoposta al regime di isolamento cautelativo.

Leggi anche: Tutte le scuse più assurde di chi esce di casa

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia