Cronaca
I dati di Ats Bergamo

Covid, +453 casi in bergamasca, ma i ricoveri restano stabili

Nessun Comune nella Bassa risulta Covid free. Ma la situazione negli ospedali resta sotto controllo.

Covid, +453 casi in bergamasca, ma i ricoveri restano stabili
Cronaca Treviglio città, 05 Maggio 2022 ore 14:59

Crescono ancora i nuovi positivi al Covid-19 in bergamasca, +453 casi negli ultimi sette giorni, ma la situazione è sotto controllo con i ricoveri in ospedale che restano stabili.

Cresce la curva, ma ricoveri stabili

Come ogni settimana i dati diffusi da Ats Bergamo mostrano l'andamento della curva epidemica che nell'ultima settimana, dal 27 aprile al 3 maggio, segna un'ulteriore crescita, seppur più contenuta. Il tasso di incidenza è pari a 379 nuovi casi per 100mila abitanti,  contro i 339 della scorsa settimana.
Lo scostamento rispetto alla precedente settimana è, infatti, pari a + 453 nuovi casi assoluti negli ultimi 7 giorni, pari a +11,9% rispetto alla settimana precedente (contro i +715, pari a +23,1% rispetto alla settimana scorsa).
Dopo una fase di stabilizzazione della curva (plateau) ed un segnale di iniziale decremento, si è registrata la scorsa settimana una nuova leggera risalita della curva, confermata, anche questa settimana e in linea con l’andamento nazionale. Negli ultimi 7 giorni la media giornaliera dei casi incidenti è infatti risalita a 609 contro i 544 della scorsa settimana.

Più colpita la fascia 30-59 anni

Anche questa settimana nessun Ambito Territoriale risulta essere Covid free e sono 11 su 14 i territori che presentano indici in incremento con un range che va da 1% di Valle Seriana Superiore Valle di Scalve e di Treviglio al 38,2% Isola Bergamasca e 3 quelli che decrescono.

Ad essere colpita maggiormente è la fascia d'età tra i 30 e i 59 anni.

Ricoveri stabili

"In sintesi, negli ultimi 7 giorni, si conferma la tendenza incrementale della curva epidemica già rilevata la scorsa settimana - hanno commentato Alberto Zucchi, Elvira Beato, Roberta Ciampichini, Giacomo Crotti del Servizio Epidemiologico Aziendale - Pur a fronte di tale tendenza è fondamentale osservare i due importanti indicatori: l’indice di trasmissibilità (Rt) e l’impatto sui ricoveri (Ordinari e in Terapia Intensiva). L’indice di trasmissibilità (Rt=0,89) ritorna sotto soglia (la scorsa settimana era pari a 1,05), sia pur a fronte ancora di una quantità assoluta di casi non irrilevante, mentre l’impatto sui ricoveri evidenzia un lieve calo dei ricoveri ordinari (da 63 a 57) e una stabilità, pur considerando i numeri contenuti, dei ricoveri nelle terapie intensive (da 5 a 5), molto simile ai dati comunicati la scorsa settimana. Come già affermato la scorsa settimana, la fase di emergenza è considerata superata, ma l’epidemia continua a rimanere presente, sia pur in evoluzione verso una sostanziale stabilizzazione".

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter