Cronaca

Il Cortile aperto il bando per l'assegnazione degli appartamenti

Il Cortile aperto il bando per l'assegnazione degli appartamenti
Cronaca 21 Febbraio 2018 ore 08:58

E' aperto il bando per l'assegnazione di 5 appartamenti all'interno del complesso "Il Cortile" di via Carcano 8.

Appartamenti disponibili e canone di affitto

Sono 5 gli appartamenti attualmente sfitti all'interno del complesso di proprietà della Bcc di Treviglio. Si tratta di bilocali di varie metrature, dai 29 ai 45 metri quadrati, con un canone anno di affitto che va dai 1440 euro ai 1800 euro. Gli appartamenti sono tutti al primo e al secondo piano e l'edificio non è dotato di ascensore.

Categorie di destinatari

Tre appartamenti saranno assegnati a persone anziane. Saranno dati in affitto a nuclei familiari di una o due persone. Il richiedente deve aver compiuto 65 anni alla data di presentazione della domanda.Un appartamento sarà invece dato in locazione a una donna vittima di violenza, per favorirne l'autonomia abitativa. Possono fare richiesta le donne residenti a Treviglio vittime di violenza che sono o sono state in carico a un centro antiviolenza. Un appartamento infine sarà affittato a una o due persone che si impegnino a svolgere le funzioni di custode e portiere sociale dello stabile. Questo nucleo familiare avrà diritto a una riduzione del 30% del canone di affitto in cambio della pulizia delle parti comuni dello stabile.

Requisiti di partecipazione

Possono presentare domanda tutti i nuclei familiari appartenenti alle categorie di destinatari stabilite dal Comune. E' necessario poi essere cittadini italiani o avere regolare permesso di soggiorno. Gli assegnatari dovranno essere residenti in regione Lombardia da almeno 5 anni e  residenti a Treviglio alla data di pubblicazione del bando. Non bisogna essere assegnatari di un alloggio pubblico e non avere appartamenti di proprietà. L'Isee non deve essere inferiore ai 4mila euro e superiore ai 26mila euro.

Tempi e modi di assegnazione

Le domande vanno presentate entro il 9 marzo. Per anziani e custode rivolgersi allo sportello unico del comune. Le donne vittime di violenza dovranno invece presentare domanda ai servizi sociali. Successivamente il Comune provvederà a stilare la graduatoria e ad assegnare gli alloggi sulla base delle esigenze dei nuclei familiari.