Convegno delle corali al santuario di Caravaggio

Trecento cantori per la messa del vescovo di Cremona

Convegno delle corali al santuario di Caravaggio
12 Novembre 2017 ore 12:09

Domenica prossima al santuario di Caravaggio si terrà il primo convegno delle corali. Trecento cantori coinvolti per la celebrazione della messa del vescovo di Cremona. T

Tre anniversari importanti

Domenica prossima alle 17.30 il vescovo di Cremona Napolioni celebrerà la messa al santuario di Caravaggio. La celebrazione eucaristica sarà accompagnata da trecento cantori. E’ il primo convegno  organizzato dall’unione corale don Domenico Vecchi. Notevoli i motivi che hanno spinto l’Unione Corale “Don Domenico Vecchi” a promuovere l’evento.  Si celebreranno tre pregnanti anniversari. Ricorrono infatti quest’anno i venticinque anni dalla visita di Papa Giovanni Paolo II al Santuario di Caravaggio. Venticinque anni fa la scomparsa inoltre di Don Domenico, sacerdote che dà il nome al gruppo corale. Traguardo importante anche per la corale che festeggia i 10 anni di attività.

Il ricordo di Don Domenico

“La nostra Associazione, che registra l’adesione di più di 90 Soci quasi tutti cantori, è nata nel 2007, a quindici anni dalla prematura scomparsa di Don Domenico Vecchi”. Racconta il presidente dell’Unione Corale, Vanni Pozzoli. “Nel cuore di tanti è rimasto forte il ricordo di questo sacerdote semplice, umile e cordiale, amante della montagna e della compagnia degli amici. Don Domenico era anche un maestro di musica. Aveva avviato in questo cammino alcuni giovani, divenuti poi musicisti professionisti, e guidato le scholae cantorum di Cassano d’Adda e Caravaggio (Parrocchia e Santuario). Aveva altresì collaborato ai lavori di restauro del grandioso organo della Basilica e svolto la funzione di consigliere dell’Associazione Italiana Santa Cecilia. Diresse anche l’assemblea dei fedeli durante la Messa papale di domenica 21 giugno 1992, e sei mesi dopo, nel dicembre del 1992, ci ha lasciato.”

La nascita dell’unione corale

Nel 2007, in memoria di Don Domenico Vecchi, un gruppo di cantori appartenenti alle parrocchie di Caravaggio, Cassano d’Adda, Misano Gera d’Adda, Fontanella (suo paese natale) e, successivamente, Brignano e Fornovo San Giovanni, hanno cominciato a cantare insieme
preparando numerosi concerti natalizi, costituendosi in Associazione di promozione sociale con sede in Caravaggio nel maggio del 2013. Lungo tutto il decennio di attività, l’Unione Corale è stata diretta dal M° Giovanni Merisio, organista titolare del Santuario di Caravaggio, la cui sensibilità musicale e liturgica consente al gruppo di formare un corpo unico e compatto.

La collaborazione con il santuario di Caravaggio

Il paziente lavoro di preparazione dei cantori è stato sostenuto, in piena sintonia con il M° Merisio, dai Direttori delle Corali facenti parte dell’Unione, ovvero Gianluigi Colombo, Dario Gandini, Luigi Moretti, Fabiana Nisoli, Silvia Paloschi e Renato Zigatti.
All’attività concertistica originaria, l’Unione Corale “Don Domenico Vecchi” ha unito la collaborazione con il Santuario di Caravaggio. Infatti, sotto la guida di don Gino Assensi e dell’attuale Rettore don Antonio Mascaretti, il gruppo vocale ha iniziato a solennizzare con il canto diverse funzioni religiose del Santuario, affezionandosi a questo noto luogo di devozione, arte e storia.

Il primo convegno delle corali

“È il ricordo delle nostre radici, insieme allo stupore per aver intrapreso un cammino comune inizialmente non programmato, ad averci portato a celebrare solennemente i tre anniversari di cui sopra, seppur legati in modo diverso, alla storia della nostra Corale”, chiosa Pozzoli. Per questi motivi è stato organizzato il primo “Convegno Corale” che si svolgerà, appunto, al Santuario “S. Maria del Fonte” di Caravaggio. Più di 300 cantori,accompagnati al monumentale organo della Basilica dal M° Luca Legnani e da un quartetto di ottoni, animeranno la S. Messa delle ore 17,30 presieduta dal Vescovo di Cremona Mons. Antonio Napolioni. I Cori che hanno aderito all’invito provengono da tutta la Lombardia.

Le parole di Benedetto XVI

Conclude il Presidente: “Gli anniversari che vogliamo celebrare non vogliono essere un malinconico ricordo, ma uno stimolo a guardare avanti per mettere a frutto ciò che ci è stato insegnato. Il S. Papa Giovanni Paolo II e, più da vicino, Domenico Vecchi per la storia che ci lega a lui nel canto, ci hanno lasciato una profonda testimonianza della bellezza e del valore della vita cristiana e, con riguardo a don Domenico, della sua espressione in musica e canto. Nel novembre 2015 il Papa Emerito Benedetto XVI, venuto a conoscenza della storia della Corale, così ha scritto: ‘mentre esorta a proseguire nell’impegno intrapreso, invoca sull’intera Associazione Unione Corale don Domenico Vecchi l’abbondanza dei favori celesti e di cuore invia la Sua Benedizione’.”

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia