Cronaca

Controlli a sorpresa sui migranti: chiesto un incontro con la cooperativa

Il primo cittadino di Offanengo , Gianni Rossoni, ha quindi chiesto alla cooperativa che gestisce il sito di Via Tirone un incontro per capire e superare i problemi

Controlli a sorpresa sui migranti: chiesto un incontro con la cooperativa
Cronaca 26 Ottobre 2017 ore 17:28

Richiedenti asilo, continuano i controlli e viene a galla qualche criticità. L’allerta resta alta a Offanengo nei siti dove da quasi un anno sono ospitati giovani migranti.  Venerdì intorno alle 19, su richiesta delle relative Autorità Locali di Pubblica Sicurezza, il comando Associato di Polizia Locale ha svolto delle verifiche presso i siti in cui sono ospitati i richiedenti asilo, fra cui Offanengo.

Sopralluoghi a sorpresa

Gli accertamenti hanno riguardato diversi aspetti di natura amministrativa e di verifica delle condizioni igienico-sanitarie, ma hanno anche permesso agli agenti di fare anche il punto della situazione circa la gestione dei migranti. Le verifiche sono avvenute a Madignano, nella frazione di Bolzone a Ripalta Cremasca e presso i due siti in Offanengo, ovvero quello di vicolo Caravaggi e quello di via Tirone dove sono state impiegate due pattuglie della Polizia Locale. Diversi i giovani censiti durante il sopralluogo: 14 migranti, di cui sei provenienti dal Bangladesh, uno dal Pakistan e sette della Nigeria.  Nessun problema per il sito di Madignano, qualche criticità, invece, per Bolzone e per Offanengo nell’appartamento di via Tirone.

Richiesto un incontro con la cooperativa

Le problematiche, infatti, riguardano soprattutto la gestione dei richiedenti asilo che, dopo quasi un anno di presenza in Italia, faticano ancora a parlare italiano e a comprendere semplici richieste. Nessun problema, invece, per gli ospiti di vicolo Caravaggi, seguiti dal gruppo «Caritas» che risultano anche ben integrati.  Gli agenti hanno quindi trasmesso alla stazione dei carabinieri di Romanengo il verbale di rapporto per eventuali controlli aggiuntivi e hanno comunicato ai sindaci quando riscontrato. Il primo cittadino di Offanengo, Gianni Rossoni, ha quindi chiesto alla cooperativa che gestisce il sito di Via Tirone un incontro per capire e superare le criticità riscontrate.