Menu
Cerca

Comuni cremaschi, quale paga meglio?

Hanno pagato poco e in ritardo invece, secondo il Ministero, Palazzo Pignano e Pieranica

Comuni cremaschi, quale paga meglio?
Cremasco, 13 Gennaio 2018 ore 16:38

Vizi e virtù dei Comuni cremaschi? Li raccontano i numeri. Che ancora una volta, scoprono uno dei nervi più sensibili delle Pubbliche amministrazioni: i tempi di pagamento.

Comuni cremaschi, quale paga meglio?

I migliori? Camisano, Torlino, Soncino e Sergnano. Che bagnano decisamente il naso non solo a Crema, ma anche a un paese decisamente più grande e strutturato come Pandino. Mentre in fondo alla classifica c’è Pieranica.

I numeri

I dati sono quelli pubblicati dal Ministero dell’Economia. In pratica, è la «pagella» del Ministero sulla condotta degli enti pubblici (Comuni, ma non solo) nei confronti dei propri fornitori. I parametri sotto controllo sono – tra gli altri – la percentuale delle fatture pagate (a luglio 2017) sul totale di quelle ricevute nel corso del 2016, il numero medio di giorni impiegati per pagare e il ritardo medio accumulato.

Com’è andata?

Il quadro è composito e vede i Cremaschi in posizioni decisamente diverse. Intanto, non risultano dati disponibili per ben dieci paesi: Campagnola, Capralba, Casaletto di Sopra, Cremosano, Offanengo, Pianengo, Ricengo, Romanengo, Spino e Ticengo. Che per il Ministero, hanno apparentemente pagato lo zero percento delle fatture ricevute l’anno nel corso del 2016.

Chi ha pagato tutto

Sei Comuni tra i più virtuosi in assoluto, con una percentuale di pagamento delle fatture ricevute pari al 100 percento: Camisano, Pandino, Rivolta Sergnano, Soncino e Torlino.

I tempi di pagamento

Particolarmente poco ligi al vecchio adagio per cui c’è sempre tempo per pagare e morire, sono stati Camisano e Torlino Vimercati. Entrambi decisamente virtuosi, hanno registrato un tempo medio di pagamento ponderato di circa 15 giorni. Tempo ben al di sotto di quanto richiesto dalla normativa: trenta giorni.
Seguono Sergnano, Soncino, Rivolta, Dovera e Quintano, con tempi medi ponderati di pagamento sotto i venti giorni.

Le buone abitudini

Abitudini di pagamento buone si osservano per Casaletto Vaprio e Vaiano, con una percentuale del oltre il 95% e una media di poco sotto il mese. Vailate si piazza 14esimo, con 93% di saldato e una media di 34 giorni. Simile Pandino: ha pagato tutto in 37 giorni circa.

Crema nella media

Invece – rispetto ai più piccoli – la performance della grande Crema, che pure è in media rispetto alla media nazionale degli enti pubblici: paga in 56 giorni. Contro una media nazionale di circa 58.

Pieranica maglia nera

Hanno pagato poco e in ritardo invece, secondo il Ministero, Palazzo Pignano e Pieranica. Il primo, ha saldato la metà in 65 giorni, con una media dei ritardi di oltre un mese. Pieranica è invece maglia nera, peraltro con parecchio distacco. Per pagare il tre percento delle fatture dovute ci ha messo in media 118 giorni, l’anno scorso. Con un ritardo medio di ben 88 giorni.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli