Il Comune nega lo spazio davanti al circo per il presidio

Per oggi è stata programmata l’ennesima protesta, ma pare ci siano delle difficoltà nell’attuarla.

Il Comune nega lo spazio davanti al circo per il presidio
Cremasco, 25 Novembre 2017 ore 16:51

Continua la manifestazione degli animalisti per dire no al circo Kino, ma il Comune nega il permesso per il gazebo.

Negato lo spazio, la manifestazione si fa comunque

Venerdì sera scorso, come annunciato, il gruppo di animalisti di «UnaRivolta» insieme alla responsabile dell’Uda (Ufficio diritti animali) Silvia Tozzi, ha dato vita a un presidio davanti alle mura del castello, hanno manifestato pacificamente contro il circo con gli animali. Un presidio tranquillo dove i manifestanti, otto persone, hanno distribuito volantini agli avventori del circo (moltissimi) dove esprimevano il loro dissenso nei confronti degli animali.  La manifestazione, sotto l’occhio vigile dei carabinieri di Pandino, presenti per mantenere l’ordine, è stata comunque molto tranquilla. Ma, come anticipato già dagli animalisti, non sarebbe stata la sola. Domenica, infatti, è stata programmata l’ennesima protesta, ma pare ci siano delle difficoltà nell’attuarla.

"Abbiamo chiesto lo spazio ma ci è stato negato"

«Abbiamo chiesto il permesso al Comune per poter mettere un gazebo davanti all’ingresso del circo domenica pomeriggio - ha spiegato Tozzi - Ma poi ho ricevuto risposta che non potevano permetterci lo spazio per motivi di sicurezza pubblica. Avevamo intenzione di allestire un gazebo e portare delle gabbie in centro per protestare contro l’utilizzo e l’esibizione degli animali. Ci hanno detto che al massimo avremmo potuto utilizzare uno spazio in piazza davanti alla farmacia. Sia chiaro, non abbiamo nulla contro il circo Kino, ma ci sono dei principi che per noi sono fondamentali. In ogni caso ora non possiamo più farlo e dovremo ripiegare su un altro tipo di manifestazione, magari portando un tre piedi e rimanendo davanti alla Rinascente. Dovremo essere almeno una ventina di persone, domenica pomeriggio alle 16». Ultimo giorno degli spettacoli. Intanto gli animalisti non mollano la presa e continuano a manifestare il loro dissenso.

In molti si lamentano delle condizioni degli animali

In molti si sono lamentati di come vengono trattati i due leoni, Simba e Nala, quando non si esibiscono: sempre in gabbia e, di notte, con un faro puntato contro di loro.
I pandinesi, però, non hanno aderito alla manifestazione ma hanno preferito godersi lo spettacolo, portando tantissimi bambini durante le serate.