Menu
Cerca

Comune e spacciatore in lotta per la casa popolare

"Spacci? Via la casa popolare". La madre del giovane pusher però non ci sta e ha fatto ricorso al Tar. Potrebbe rivolgersi al Tribunale di Bergamo.

Comune e spacciatore in lotta per la casa popolare
Romanese, 24 Agosto 2018 ore 10:13

La vicenda risale a qualche mese fa, quando il Comune di Antegnate aveva revocato l'assegnazione di una casa popolare a un giovane spacciatore arrestato dai Carabinieri. La madre del ragazzo, che vive con lui nell'alloggio comunale, ha però fatto ricorso contro il provvedimento.

"Spacci? Via la casa popolare"

Con questo ragionamento il 9 aprile scorso il Comune di Antegnate, su decisione del sindaco Andrea Maria Lanzini, aveva emesso una determina di revoca dell'assegnazione di una delle case popolari, dopo l'arresto di un inquilino per spaccio.

La madre del giovane fa ricorso al Tar

La madre del ragazzo, Zakaria Bouchra, però, non ci sta. Per questo motivo ha deciso di far ricorso al Tar, che ha però rimandato la questione alla giustizia ordinaria.

60 giorni per proseguire la causa

La donna ha ora a disposizione circa 60 giorni per portare avanti la propria causa attraverso il Tribunale di Bergamo. Altrimenti, assicura Lanzini, il Comune procederà con l'ufficiale giudiziario allo sfratto della famiglia dalla casa popolare.

 

Puoi saperne di più e leggere le parole del sindaco Lanzini sul Giornale di Treviglio e RomanoWeek in edicola da oggi, venerdì 24 agosto.

 

TORNA ALLA HOME.