Menu
Cerca

Colpito da un gradino di marmo a scuola, ferito un 15enne

E' successo ieri mattina, poco dopo le 9.30, alla Scuola per lavorare nell'Agroalimentare di Caravaggio.

Colpito da un gradino di marmo a scuola, ferito un 15enne
Cronaca Treviglio città, 22 Maggio 2018 ore 08:04

Colpito da un gradino di marmo a scuola, ferito un 15enne. E' successo ieri mattina, poco dopo le 9.30, alla Scuola per lavorare nell'Agroalimentare di Caravaggio. Ferito uno studente di 15 anni di Bariano che è stato trasportato in ospedale.

Colpito da un gradino a scuola

Poteva avere conseguenze ben più serie l'incidente avvenuto ieri alla Scuola per lavorare nell'Agroalimentare, gestita dalla Fondazione Maddalena di Canossa, e ospitata nell'edificio storico di via Prata 17. Una struttura di oltre cent'anni giudicata in modo severo dai vigili del fuoco e dai tecnici dell'Ats Bergamo intervenuti in seguito al distaccamento e alla caduta di un gradino in marmo di oltre 30 chilogrammi da una delle scale che collegano il piano terra al primo piano.

Studente in ospedale

Lo studente stava scendendo la scala quando la lastra si è staccata e gli è piombata addosso colpendolo a una gamba. Grandissimo lo spavento per il 15enne che, poco dopo, è stato soccorso da un'ambulanza della Croce rossa di Treviglio e trasportato in ospedale in codice verde. Ne avrà per 30 giorni. Sul posto, oltre a pompieri e Ats, anche i carabinieri della stazione cittadina e il sindaco Claudio Bolandrini.

Controlli severi

La scala è stata transennata e su disposizione del primo cittadino è stato interdetto l'utilizzo del primo piano fino a quando non verranno ristabilite le condizioni di sicurezza. Nel frattempo le lezioni verranno spostate tutte al piano terra. Il verbale steso dai tecnici Ats e le osservazioni dei Vigili del fuoco hanno evidenziato diverse problematiche legate, in particolare, alla vetustà dell'edificio che risulta di proprietà della Parrocchia.

"Una fatalità imprevedibile"

“Quello che è successo ieri è stata una fatalità imprevedibile a fronte di una manutenzione e controllo che vengono fatti regolarmente - ha dichiarato il preside Gianluca Recalcati - Lo dimostra anche il fatto che non è stato dichiarato inagibile tutto lo stabile, ma solo la scala che porta al piano superiore della scuola. L’attività didattica sta proseguendo in sicurezza al piano di sotto e l’ingegnere che si occuperà della messa a norma delle scale ha già effettuato il sopralluogo. La chiusura del piano superiore infatti è legata alla messa a norma delle scale, che fungono da via di fuga. Siamo contenti che il ragazzo, ora a casa, stia bene e speriamo di averlo al più presto a scuola con noi”.

TORNA ALLA HOME