Cronaca
Dalla Calabria

Colpiti da un fulmine in spiaggia: bimbo ferito, grave il padre

Il 32enne, di Stezzano, è in coma farmacologico all'ospedale di Catanzaro. Ustionato il figlio di sei anni.

Colpiti da un fulmine in spiaggia: bimbo ferito, grave il padre
Cronaca Bergamo e hinterland, 09 Agosto 2022 ore 14:51

Si trova ancora ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro in prognosi riservata il 32enne di Stezzano colpito, insieme al figlio di sei anni, da un fulmine mentre si trovava in spiaggia.

Padre e figlio colpiti da un fulmine

Un evento inaspettato e terribile quello accaduto nel pomeriggio di ieri (lunedì 8 agosto) a una famiglia residente a Stezzano in vacanza a Soverato, in Calabria. Nel corso di un violento temporale, infatti, un fulmine è caduto sulla spiaggia in cui si trovavano, colpendo un bambino di 6 anni e il padre di 32 anni, sbalzando lontano la madre e la nonna.

Il gruppo, originario proprio della Calabria ma residente a Stezzano, stava passando alcuni momenti di svago in un tratto libero, adiacente al lido di Salapadù. A un certo punto sono arrivate le nuvole nere, preannunciate dal meteo, seguite da pioggia abbondante, grandine e forte vento. Forse i bagnanti non si aspettavano arrivasse così presto, forse hanno deciso comunque di rimanere ancora un po’ in spiaggia: fatto sta che, all’improvviso, mentre il padre teneva in braccio il figlio un fulmine è caduto proprio su di loro.

Il 32enne è in coma farmacologico

Probabilmente il piccolo, che si trovava in una posizione sopraelevata senza niente intorno, ha attirato la saetta, che lo ha attraversato causandogli lesioni di entrata e uscita, fortunatamente non gravi. Purtroppo non è stato così per il genitore, su cui il fulmine ha scaricato tutta la sua energia. La consorte e la nonna invece sono state scaraventate a una certa distanza dall’onda d’urto, ma non hanno riportato ferite riconducibili al fenomeno atmosferico.

Subito dopo l’accaduto, il padre, che è apparso subito quello in condizioni più gravi, è stato prima soccorso dal personale del vicino lido e poi dall’ambulanza del 118 arrivata da Soverato. Sia lui che i genitori sono stati ricoverati all’ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro: l’uomo si trova in coma farmacologico nel reparto di rianimazione, in prognosi riservata, mentre il figlio ha riportato ustioni non gravi. La madre e la nonna stanno bene, ma poco dopo la fatalità erano sotto shock e l’anziana è rimasta per qualche tempo in osservazione al Pronto soccorso locale.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter