Cologno ha un nuovo simpatico abitante: è un gufo

E stato avvistato in diverse zone del paese. Qualcuno è riuscito a fotografarlo mentre stazionava lungo le cerchie

Cologno ha un nuovo simpatico abitante: è un gufo
29 Agosto 2017 ore 11:36

Sono diversi giorni che l’animale è stato avvistato in diverse zone del paese. Settimana scorsa il gufo è stato avvistato sul ciglio del fossato.

Il gufo

Il gufo è un grande rapace notturno con un’apertura alare che può raggiungere fino al metro e un’altezza che varia negli adulti dai 30 ai 40 cm . La sua caratteristica più curiosa è lo sguardo: non può muovere la testa ma può girare la testa di 270 gradi. Passa gran parte della sua vita attorno al suo nido che può trovarsi in un albero, una fessura fra le rocce o in un ramo. Quasi mai si trova al terreno. Vive principalmente in foreste situate in terreni rocciosi; più raramente vive nelle steppe e quasi mai nelle città. Per questo l’avvistamento a Cologno è un evento davvero raro.

Guardare ma non toccare

L’avvistamento di un rapace, in pieno giorno, a terra può certamente destare una certa preoccupazione. Qualcuno potrebbe pensare che l’animale abbia bisogno di aiuto e che sia necessario prelevarlo. Il consiglio degli esperti però è di evitare di toccare i rapaci, a meno che non siano in un evidente stato di debilitazione. “Non sempre avvistare a terra un animale selvatico implica che questo si trovi in difficoltà o sia ferito.  Se lo stato di salute dell’animale non è evidentemente compromesso prelevarlo potrebbe essere molto pericoloso, sia per lui che per l’incolumità di chi si avvicina”. Non va dimenticato che, per quanto dall’aspetto tenero, si parla di animali selvatici. Generalmente non sono pericolosi e non attaccano l’uomo, ma è sempre meglio non avvicinarsi troppo.

Un animale dalla forte simbologia

Per alcuni il gufo è simbolo di morte e sciagura. Secondo altri è associato alla saggezza (era associato alla dea greca Atena). Per atri ancora ha un significato estremamente positivo. Il gufo da sempre ha esercitato un fascino irresistibile sull’uomo. Per gli antichi greci il gufo era simbolo di saggezza e ricchezza, tanto da essere rappresentato anche su alcune monete. Romani e persiani lo consideravano invece un simbolo di sventura. In India si pensava che mettere alcune piume di gufo sotto il cuscino favorisse i sogni premonitori. La sua capacità di vedere nella notte ha fatto sì che anche i nativi americani lo considerassero in grado di scrutare nell’anima delle persone. E se da noi, in Europa, l’animale è stato spesso associato alle streghe in Asia è ancora oggi in voga l’uso di mettere l’immagine del gufo sopra i letti dei bambini, come protettore dagli spiriti malvagi e dai brutti sogni.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia