Dalmine

Cocaina sottovuoto e pistole (finte): arrestato

L'uomo era sottoposto a obbligo di firma.

Cocaina sottovuoto e pistole (finte): arrestato
Bergamo e hinterland, 26 Settembre 2020 ore 10:27

Era sottoposto all’obbligo di firma, proprio per spaccio di droga. Ma la misura restrittiva è riuscita a fermare lo spirito imprenditoriale di B.J, spacciatore di Dalmine che nonostante tutto si era rimesso tranquillamente a spacciare cocaina, dalla sua abitazione.

Il blitz della Squadra mobile

A mandare a monte i suoi piani è stata la sezione Antidroga della Squadra mobile di Bergamo, che ha notato un movimento di tossicodipendenti attorno alla sua casa e ha deciso di controllare. Nell’abitazione hanno trovato sedici involucri termosaldati di cocaina e 1270 euro in contanti, ma anche tutto l’armamentario per lo spaccio e il “recupero crediti”.

Il kit dello spacciatore

Una pistola giocattolo, una pistola da soft-air, un rilevatore di frequenze wireless e una macchina da sottovuoto, utilizzata, quest’ultima, per confezionare le dosi. Arrestato, l’uomo è stato portato in carcere in via Gleno. Albanese, aveva a suo carico diversi precedenti nello spaccio di droga.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia