Menu
Cerca
Lutto collettivo

Ciserano si ferma e ricorda le vittime del Covid-19

Il sindaco Caterina Vitali ha parlato per tutti e a tutti, uniti nel dolore della perdita di molti concittadini.

Ciserano si ferma e ricorda le vittime del Covid-19
Cronaca Media pianura, 22 Aprile 2020 ore 17:28

Una funzione speciale, al cimitero di Ciserano, in ricordo di tutte le vittime dell’emergenza da Coronavirus. E’ stata celebrata lo scorso 13 aprile alla presenza di Don Sergio Morandi, della Giunta Comunale, del Comandante della Polizia Locale e delle rappresentanze della Croce Bianca Milano sezione Ciserano e dell’Associazione Nazionale Carabinieri.

Ciserano ricorda le vittime del Covid-19

“L’esperienza che stiamo vivendo – ha detto il sindaco Caterina Vitali – rimarrà per sempre nella nostra memoria. Siamo tutti fortemente provati da questi 45 giorni in cui tutto è cambiato: le nostre abitudini, la nostra libertà, l’importanza delle cose. 45 giorni in cui la comunità di Ciserano sì è ritrovata sempre più unita, 45 giorni in cui la generosità e la solidarietà della gente sono incredibilmente emerse. Quarantacinque giorni in cui ha assunto ancora più forza il valore del volontariato, basti pensare alle decine di medici e infermieri rientrati dalla pensione o arrivati anche dall’estero, alle centinaia di uomini della Protezione civile e Associazione Nazionale Alpini e altre realtà piccole e grandi, alle quali va la gratitudine di tutti. Oggi, come da qualche settimana, poche persone sono fisicamente presenti a questa celebrazione eucaristica. Rappresentano però l’intera comunità di Ciserano. Vi sono i rappresentanti delle due associazioni che forse più di tutte si stanno contraddistinguendo in questa emergenza per il grande contributo svolto a favore di Ciserano e dei ciseranesi, senza con questo volerne tralasciare altre.

L’associazione Nazionale Carabinieri sezione di Osio Sotto, con alcuni concittadini volontari che stanno collaborando con l’Amministrazione comunale su più fronti, dal volantinaggio alla distribuzione di generi alimentari fino all’affiancamento ormai quotidiano agli agenti della nostra Polizia Locale, impegnati nei servizi di controllo. Con la loro presenza qui oggi colgo l’occasione per porgere i ringraziamenti di tutta Ciserano, oltre che a loro, anche alle forze dell’ordine e in particolare ai Carabinieri della Tenenza di Zingonia, impegnati in numerosi servizi tra i quali il controllo degli spostamenti delle persone, ma anche il reperimento di bombole di ossigeno, vitale ora come non mai, e il triste accompagnamento delle salme fuori regione. E la nostra polizia locale, che oltre al pattugliamento costante del territorio, si é attivata per il ritiro di farmaci, ossigeno, mascherine e altri dispositivi, fornendo un servizio di vera prossimità al cittadino. Voglio poi riservare un encomio davvero speciale a tutti i volontari della Croce Bianca Milano sezione di Ciserano. Persone che, travolti dall’emergenza, con grande volontà e coraggio si sono Messe in gioco correndo dei rischi concreti sulla propria pelle per salvare molte vite umane. Il loro lavoro in queste settimane è stato una vera e propria missione, contraddistinta dallo sfinimento per i turni massacranti e per la tensione accumulata.

Sono davvero i nostri angeli e dobbiamo essere loro grati. Oggi qui con me c’è tutta la Giunta comunale. Siamo qui per rendere onore alla memoria delle tante persone scomparse e per dimostrare la nostra vicinanza ai familiari che hanno appena trascorso la Pasqua più difficile della loro vita. Leggendo i numerosi messaggi ricevuti per gli auguri pasquali posso assicurare che la parola più rappresentata è stata “rinascita”. Per tutti indica la speranza di tornare alla vita caotica a cui eravamo abituati. Eravamo felici e non lo sapevamo neppure, perché davamo per scontato tante piccole cose che ora ci mancano. Anche per le famiglie che piangono una persona scomparsa voglio augurare una graduale rinascita, sapendo che i vostri cari vorrebbero vedervi tornare a sorridere e a godere delle cose positive che la vita ancora vi riserverà. A loro voglio dire che domani, quando il tempo lenirà le ferite, non sarà importante come vi siete lasciati con quella persona, ma sarà importante come avete dato amore a quella persona quando era tra voi. Tutta Ciserano vi è vicina. Un abbraccio fortissimo”.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli