Cronaca
Turismo e mobilità dolce

Ciclostazione e area camper al Santuario: approvati i progetti per quasi 100mila euro

Intercettare i pellegrini in visita al Santuario e trasformarli in veri e propri «turisti» religiosi. È questo il sogno nel cassetto dell’Amministrazione caravaggina.

Ciclostazione e area camper al Santuario: approvati i progetti per quasi 100mila euro
Cronaca Gera d'Adda, 19 Settembre 2020 ore 11:32

Intercettare i pellegrini in visita al Santuario e trasformarli in veri e propri «turisti» religiosi. È questo il sogno nel cassetto dell’Amministrazione caravaggina che quest’autunno avvierà i lavori per due progetti a lungo studiati e per i quali sono arrivati anche contributi regionali: uno per la creazione di un’area attrezzata a camper e l’altro per la realizzazione di una ciclostazione.

Ciclostazione e area camper

«Da quando abbiamo preso in gestione il parcheggio adiacente al santuario - ha detto il sindaco Claudio Bolandrini - abbiamo visto che soprattutto nel fine settimana ci sono sempre diversi camperisti che chiedono di poter accedere al parcheggio. Per questo abbiamo pensato di realizzare un’area attrezzata apposta per questo tipo di turisti, dove i camper possano trovare tutto ciò che serve loro: energia elettrica, acqua, scarichi e tutto il resto».

Per la realizzazione dell’area camper il Comune ha ottenuto un contributo di circa 36mila euro a fronte di un progetto che, approvato proprio questa settimana, verrà a costare 58mila e 500 euro iva inclusa. Nello specifico, il progetto prevede la realizzazione di un'area per la sosta camper con corsello di accesso e 15 piazzole. Gli accessi avverranno attraverso unico ingresso/uscita. In fondo alla corsia è prevista una piazzola per il carico acqua (acqua potabile) e scarico delle acque grigie con apposito pozzetto a terra che convoglia le acque fino alla rete di smaltimento. In quest'area verrà anche posizionato un punto spazzatura con 5 cassonetti per la raccolta differenziata. A margine dell'area camper, in zona protetta dalle alberature esistenti è prevista una piccola area per il ristoro con tavoli più panca da picnic

Collegare Caravaggio e Treviglio

L’idea è quella di trasformare Caravaggio in un vero e proprio polo di turismo religioso organizzato e, perché no, collegare il Santuario di Santa Maria del Fonte con il Santuario trevigliese dedicato alla Madonna delle Lacrime, riaperto pochi mesi fa dopo un’imponente opera di restauro.

«Non abbandoniamo di certo l’idea di realizzare una pista ciclabile che possa collegare in sicurezza i comuni di Caravaggio e Treviglio - ha detto Bolandrini - in modo da poter costruire un vero e proprio percorso ciclopedonale sia per i nostri cittadini che per chi magari arriva più da lontano».

Biciclette a noleggio

Per questo motivo a ridosso dell’area camper, costruita in un'area di proprietà comunale a margine della circonvallazione del Santuario di Caravaggio, proprio di fronte al parcheggio comunale recentemente riqualificato, sarà realizzata una ciclostazione per il noleggio delle biciclette, finanziata con un contributo pari a poco più di 32mila euro su una spesa complessiva di 38 mila e 700 euro.

Si tratta in particolare di una stazione di bike sharing di tipo tradizionale con una flotta di 12 biciclette pubbliche con le quali spostarsi sul territorio. Le biciclette saranno assicurate al posteggio tramite elettroserrature, e ogni prelievo di bicicletta da parte dell’utente verrà autorizzato in tempo reale. Sarà possibile in questo modo prelevare soltanto una e una sola bicicletta nel territorio e l’utente sarà inabilitato a nuovi prelievi fino a che non verrà riconsegnata quella precedentemente presa in prestito. Tutte le azioni verranno registrate su un server web in tempo reale in modo da poter avere in ogni istante una panoramica del servizio.

TORNA ALLA HOME