Menu
Cerca

Cercasi partecipanti alle gite degli anziani

Boicottate dai mornicesi, rischiano di sparire dalle proposte annuali in calendario e la presidente lancia il messaggio: Le gite sono aperte a tutti, dai quarant’anni in su

Cercasi partecipanti alle gite degli anziani
Cronaca 22 Agosto 2017 ore 14:31

Cercasi partecipanti alle gite dell’associazione anziani di Mornico al Serio. Boicottate dai mornicesi, rischiano di sparire dalle proposte annuali in calendario e la presidente lancia il messaggio. «Le gite sono aperte a tutti, dai quarant’anni in su. Ma la parola anziani fa paura alla comunità».

Cercasi partecipanti alle gite culturali

Forse perchè nell’immaginario collettivo le gite targate anziani fanno venire in mente ottantenni non autonomi. Magari bisognosi sempre di cure, che passano il tempo a giocare a carte o seduti per ore e ore in un tavolo di ristorante. Tutt’altra invece la realtà mornicese. Il direttivo infatti organizza gite culturali dal grande valore, dove si viene guidati dalle guide esperte. Si possono visitare luoghi storici, bellezze naturali, comodamente accompagnati in pullman. E poi certo, si mangia anche, ma non è quello lo scopo finale della gita. Eppure, nonostante i dettagli del tour vengano esposti in bacheca per il pubblico, la gente non partecipa.

Le gite sono aperte dai 40 anni in su

«Noi organizziamo gite culturali, ai musei con le guide, non è vero che andiamo solo a mangiare come la gente pensa – ha detto la presidente dell’associazione Fiorentina Rinaldi. – Probabilmente la parola anziano fa paura, anche agli anziani stessi. Vorrei ricordare che dai 40 anni in su si può partecipare, è l’eta da cui partono i nostri iscritti che attualmente sono 130. L’anziano che viene in gita non è un ammalato, non lo stiamo portando all’ospizio, ma ha voglia di vedere, di scoprire godendosi finalmente gli anni della pensione. Poi le gite sono davvero interessanti. A volte ne parlo con qualcuno che poi rimpiange di non essere venuto. A noi dispiace davvero che ci sia questa mentalità. Facciamo di tutto per attirare gente ma ogni volta è un buco nell’acqua».

L’ultimatum della presidente

La presidente lancia l’ultimatum con una gita che si terrà il 10 settembre: «Quel giorno andremo a Lecco a visitare i luoghi manzoniani, a visitare ville, parchi e castelli e musei – spiega Rinaldi. – Se non raggiungiamo i 40 partecipanti necessari per riempire il pullman dovremo sospendere la gita e, con nostro grande dispiacere, anche le prossime gite a venire».
E sarebbe davvero un peccato per l’intera comunità perdere queste occasioni per stare insieme, divertirsi e scoprire le bellezze italiane a noi vicine.