Cronaca
Romano

Cercano gli evasori e trovano i clandestini

Prima dell’alba è scattato il blitz della Polizia locale in un edificio nel centro storico cittadino.

Cercano gli evasori e trovano i clandestini
Cronaca Romanese, 05 Dicembre 2022 ore 14:36

A Romano prima dell’alba è scattato il blitz della Polizia locale in un edificio nel centro storico cittadino.

L’operazione anti evasione

E’ partita dal "Grattacielo" a ottobre ed è proseguita a novembre a Cascina Bradella la campagna di controlli volta a scovare situazioni di illegalità ed evasione fiscale. Il tema è quello della Tari, la tassa dei rifiuti, che dal primo luglio con l’introduzione della raccolta puntuale e del ritiro del bidoncino dedicato, ha rivelato sensibilmente le zone grigie della città dove i regolamenti comunali non vengono osservati. In particolare i controlli dove persistono le inosservanze, sono anche finalizzati a regolarizzare le posizioni dei cittadini in merito ai tributi, in termini di sanare i pregressi e risultare iscritti all'anagrafe comunale per il futuro.

Il blitz

Stamattina alle 5, due pattuglie della Polizia Locale del Distretto della Bassa Bergamasca orientale, hanno controllato un edificio situato in piazza Locatelli, nel centro storico cittadino. Degli otto appartamenti presenti, ne sono stati controllati cinque e identificate quindici persone. Tra questi quattro uomini che sono risultati essere clandestini, irregolari sul territorio nazionale, si tratta di tre individui di nazionalità albanese e di un kosovaro. I quattro nomi risultavano anche essere pluripregiudicati per reati contro il patrimonio e spaccio di stupefacenti. Nei loro confronti è scattata la denuncia per violazione della legge sull’immigrazione sono state avviate le procedure per l’espulsione dal suolo nazionale.

Il Comune

La campagna dei controlli effettuata dalla Polizia Locale è stata voluta dall’Amministrazione comunale.

“Si tratta dell'ultima fase relativa all’introduzione della raccolta puntuale - ha detto il sindaco Sebastian Nicoli – Dopo l’informazione preliminare e la consegna dei bidoni, per i primi mesi abbiamo continuato a dialogare con i cittadini che esponevano il sacco entro e non il bidoncino dedicato. Dopo vari tentativi siamo passati a controlli e alle sanzioni. La regolarizzazione delle posizioni fa sì che beneficiarne sia tutta la comunità, infatti la Tari viene suddivisa tra le utenze e più sono regolari minore risulta l’importo pro capite. Il grattacielo è stato il primo passo, i controlli continuano e comprendono tutte le zone dove il problema persiste. Inoltre c’è una doppia funzionalità, perché controllando emergono anche situazioni di irregolarità da sanare".

Seguici sui nostri canali