Castel Rozzone celebra San Bernardo e riscopre l'arte del legno

Consegnata anche la benemerenza civica del paese, quest'anno a uno storico imprenditore.

Castel Rozzone celebra San Bernardo e riscopre l'arte del legno
Treviglio città, 30 Agosto 2019 ore 16:02

Grandi festeggiamenti a Castel Rozzone per San Bernardo. È stata una giornata intensa quella di domenica scorsa,  con celebrazioni per il santo patrono, numerose attività per tutte le fasce d’età e, infine, nonostante il maltempo, i consueti fuochi d'artificio che hanno concluso la giornata.

Il Premio Palo Belloli per Paolo Defendini

Nella mattinata è stato consegnato nella Sala Consiliare del Comune il Premio Paolo Belloli che ogni anno viene assegnato ad un cittadino meritevole. Quest'anno è stato il primo San Bernardo da sindaco dell'attuale primo cittadino Luigi Rozzoni che ha spiegato come è andata questa manifestazione: «Domenica mattina c'è stata la consegna del Premio Paolo Belloli, storico locale i cui figli erano presenti alla cerimonia; inoltre è stata fatta una donazione di mobili d'arte da parte della Rozzoni Mobili con il proprietario Cesare Rozzoni che ha effettuato il taglio del nastro». Quest'anno l'ambito riconoscimento è stato assegnato ad una persona che ha portato in alto il nome di Castel Rozzone: «Il Premio Paolo Belloli è andato alla memoria del cavaliere Paolo Defendini, colui che ha portato il mobile d'arte intarsiato a Castel Rozzone.

Carte e mappe storiche in mostra fino a domenica

A ritirare il premio c'era il figlio dell'impresario, Silvio Defendini: suo padre ha avviato l'attività nel paese nel 1943 ed è stato importante perché da lui hanno appreso l'arte molte donne e molti uomini che in seguito hanno aperto le loro aziende. Dopo la cerimonia l'Amministrazione comunale ha presentato «Castel Rozzone – Tra mappe e carte», un'esposizione di mappe e carte del territorio a partire dal lontano 1580, che rimarrà aperto fino  a domenica.   Nel pomeriggio, invece, è stato il turno di un'altra attività degna di nota, il Ludobus, in cui i bambini hanno potuto sperimentare i giochi di legno e di una volta, in un salto nel passato.

TORNA ALLA HOME