Menu
Cerca

Cassano blitz della Locale a Ferragosto contro campeggiatori abusivi

Ieri, mercoledì, due pattuglie sono intervenute in località Pignone per fare rispettare le ordinanze sindacali per la sicurezza e a difesa del decoro del verde pubblico.

Cassano blitz della Locale a Ferragosto contro campeggiatori abusivi
Cronaca 16 Agosto 2018 ore 11:10

Ferragosto intenso per gli uomini della Polizia Locale impegnati lungo i corsi d’Acqua. Al Pignone hanno fermato e multato un gruppo di campeggiatori abusivi.

Pugno di ferro contro i campeggiatori abusivi e non solo

Il blitz è scattato ieri, mercoledì, poco dopo le 11.30, quando due pattuglie della Polizia Locale hanno raggiunto la località Pignone, nella frazione di Groppello, crocevia tra Naviglio e Adda. Gli agenti hanno controllato i villeggianti che stavano festeggiando il ferragosto all’ombra degli alberi. Hanno quindi notato un gruppo che si era portato dietro le tende e sono quindi scattati gli accertamenti.

Il nuovo regolamento di Polizia urbana

I Vigili hanno quindi applicato l’ordinanza sindacale, in attesa che entri in vigore il nuovo regolamento di Polizia urbana a difesa del territorio e della quiete pubblica. Sono stati inseriti diversi divieti per «tutelare la tranquillità dei residenti e dei visitatori e, nel contempo, per garantire i servizi e le attività di svago in misura adeguata alle esigenze della comunità». Anzitutto è proibito campeggiare, su suolo pubblico o privato, con o senza l’utilizzo di tende, comprese le aree adiacenti ai corsi d’acqua.

Gli altri divieti

E’ inoltre vietato consumare superalcolici, detenerli in bottiglie di vetro, anche vuote, nelle aree adiacenti ai corsi d’acqua, nei parchi e nei giardini, ovvero nelle aree turistiche di ritrovo soggette a pubblico passaggio. Non è nemmeno consentito tenere bicchieri di vetro durante le manifestazioni, da chiunque organizzate sulle aree, anche private, a uso pubblico (comprese quelle adiacenti agli eventi).

Le pene

Chiunque venisse colto sul fatto, oltre a una sanzione pecuniaria, che oscilla dai 100 ai 300 euro è obbligato a conferire il rifiuto nell’apposito punto di raccolta. Non è nemmeno consentito accendere fuochi liberi, al di fuori degli spazi consentiti, a meno che non si abbiano strutture fisse o mobili come i barbecue; e anche in questo caso si applicano le identiche sanzioni di chi viene sorpreso con il vetro.

L’articolo completo sul numero della Gazzetta dell’Adda in edicola da sabato 18 agosto.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere le altre notizie del giorno.