“Caso piscine”: tre rinvii a giudizio e una posizione stralciata.

Venerdì scorso si è tenuta la prima udienza del "caso piscine" di Cologno al Serio. L’esito è stato questo: tre rinvii a giudizio e una posizione stralciata per via di un errore di notifica, a cui seguirà una nuova richiesta. Mentre il Comune si è costituito parte civile.

Romanese, 18 Maggio 2018 ore 16:22

Venerdì scorso si è tenuta la prima udienza del “caso piscine” di Cologno al Serio. L’esito è stato questo: tre rinvii a giudizio e una posizione stralciata per via di un errore di notifica, a cui seguirà una nuova richiesta. Mentre il Comune si è costituito parte civile.

Caso piscine: prima udienza

I protagonisti della vicenda, oltre al Comune di Cologno che si è costituito venerdì parte civile, sono i tre soci della società ormai fallita On Sport di Cologno più una quarta persona direttore dei lavori. Tutti e quattro accusati di truffa aggravata. Per ora è già stata fissata – dopo i tre rinvii a giudizio – un’udienza di smistamento prevista per mercoledì 24 ottobre.

Le contestazioni

Molte sarebbe le contestazioni nei confronti dei tre soci. Questi avrebbero messo in contabilità lavori mai eseguiti o acquisti mai fatti o gonfiati, questo perché il finanziamento ottenuto dalla On Sport dal Credito sportivo era erogato solo a rate (per un totale di 8 milioni 700mila euro) in base all’avanzamento dei lavori.

Per saperne di più leggi il numero uscito venerdì 18 maggio

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve