Cascina Italia apre le porte agli studenti

In occasione del PMI Day i ragazzi delle medie di Spirano hanno visitato una delle aziende leader italiane: Cascina Italia. Con gli studenti anche il sindaco Malanchini e Mauro Brambilla, alla scoperta di un mondo di altissima tecnologia

Cascina Italia apre le porte agli studenti
18 Novembre 2017 ore 17:05

A lezione di…uova! E’ l’esperienza che hanno vissuto nella mattinata di venerdì alcune classi delle scuole medie di Spirano, che con le loro docenti e sotto la guida dei padroni di casa, Ruggero e Silvia Moretti, hanno potuto esplorare da vicino la rinomata azienda spiranese Cascina Italia.

L’iniziativa

In occasione dell’ottava edizione del “PMI Day”, ovvero la giornata delle piccole e medie imprese patrocinata da Confindustria, agli studenti spiranesi è stata data l’occasione di visitare una delle aziende più importanti a livello nazionale, a due passi da casa.  Si tratta di un’iniziativa finalizzata a mostrare la passione e le competenze che dettano il “fare” delle PMI italiane. Una giornata pensata soprattutto per i giovani, in particolare gli studenti principalmente delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado, ai quali risulta fondamentale trasmettere l’idea dell’importanza economica dell’impresa. Soprattutto per poter costruire consapevolmente il loro futuro.

L’azienda

Dopo una prima dettagliata e interessante presentazione su cosa faccia e cosa rappresenti Cascina Italia, i ragazzi sono stati suddivisi in piccoli gruppi per la visita guidata nei diversi reparti dell’azienda. La curiosità l’ha fatta da padrona e i ragazzi, accompagnati anche dal sindaco di Spirano Giovanni Malanchini e dal segretario della Lega per la Bassa Bergamasca Mauro Brambilla, si sono meravigliati nel constatare quanta tecnologia ed innovazione si nascondano anche dietro un prodotto apparentemente semplice come l’uovo, che però è alla base di moltissimi prodotti alimentari. Un’azienda Cascina Italia, tutta a conduzione famigliare e giunta già alla sua quarta generazione, sempre coniugando l’altissima qualità all’innovazione. L’azienda controlla l’intera filiera produttiva che prevede un mangimificio di proprietà, il quale fornisce il mangime alle galline ovaiole allevate negli allevamenti, gestiti dalla Società, controllati da veterinari specializzati e distribuiti nel Nord Italia per un totale di circa 2.5 milioni di galline ovaiole. Ma è col processo di automazione che arriva la svolta: Cascina Italia è stata infatti la prima realtà industriale italiana ad acquisire l’impianto a tecnologia avanzata Moba FT 500, in grado di lavorare 180 mila uova l’ora, per un totale di circa 3 milioni di uova al giorno.

Una passione da tramandare

Anche il dirigente aziendale Ruggero Moretti si è detto molto soddisfatto dell’iniziativa ed ha dichiarato: “E’ stata un’ottima occasione per incontrare gli studenti e per trasmettere loro quanta tecnologia si nasconda dietro una realtà agricola e tradizionale come quella delle uova, incentivandoli a studiare e a formarsi per poter dare il proprio contributo in futuro – ha spiegato Moretti – Facciamo anche parte del Dabb, Distretto agricolo bassa bergamasca, presieduto dal nostro sindaco Malanchini, che con Confindustria ha portato alla partecipazione a questa giornata. Crediamo molto nella qualità e nella tradizione, come conferma il fatto che le nostre uova sono totalmente italiane e che ci occupiamo anche di ciò che mangiano le ovaiole che li producono attraverso il nostro mangimificio: perchè le uova sono il prodotto di ciò che la gallina ha mangiato e quindi garantire il controllo degli allevamenti è senz’altro un valore e una sicurezza sul prodotto che finisce sulle nostre tavole” ha concluso Moretti. Seppure sia la terza realtà del settore a livello nazionale e lavori quasi un miliardo di uova all’anno, Cascina Italia non dimentica la tradizione con cui è nata, ovvero quell’attenzione alla qualità e al dettaglio da tramandare amorevolmente alle generazioni future.

Qui le foto della giornata in azienda:

11 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia