Casa di riposo, ogni piano un colore

Le pareti e le porte di ognuno dei cinque piani sono state tinteggiate con tonalità diverse per il benessere degli ospiti.

Casa di riposo, ogni piano un colore
Treviglio città, 18 Settembre 2018 ore 13:02

Casa di riposo di Treviglio: un colore per ogni piano per il benessere degli ospiti. Alla fondazione "Anni Sereni" si sono conclusi i lavori di riqualificazione interna.

Casa di riposo

C’è il blu che ispira pace e serenità, il lilla che stimola la produzione di globuli bianchi, il giallo che stimola l’attività cerebrale, il rosa che rappresenta l’amore e la gentilezza e i verde che è il simbolo del rinnovamento. La casa di riposo "Anni Sereni" si è rifatta il look durante l’estate. E ha puntato sui colori. Gli architetti Ambrogio e Francesco Forcella hanno infatti effettuato uno studio cromatico per scegliere la tinta per muri e porte. I colori, infatti «influenzano inavvertitamente la sfera fisica e psichica di coloro che vivono in un determinato ambiente». Possono produrre emozione, calmare o eccitare.

Un colore per ogni piano

Ognuno dei cinque piani della casa di riposo è stato dipinto con una tonalità diversa e questo ha riguardato anche le porte (sono state sostituite e allargate 230 di esse): blu al primo piano, lilla al secondo, giallo al terzo, rosa al quarto e verde al quinto. "Due anni fa abbiamo rifatto le facciate - ha sottolineato il presidente di Anni Sereni Augusto Baruffi - mentre quest’estate è stata la volta degli interni, per una spesa di circa 260 mila euro. Ora il prossimo obiettivo è la realizzazione della stanza sensoriale nel reparto alzheimer".

"Un aiuto per gli ospiti"

"Abbiamo utilizzato il colore per rendere chiaro e sempre riconoscibile, all’ospite e al visitatore, il piano di residenza in casa di riposo - hanno spiegato gli architetti Forcella - si è poi puntato su tinte forti e accese nei corridoi e nelle zone comuni, tinte pastello per le camere, tinte fredde per i locali con presenza di acqua, come bagni, cucine e lavapadelle. Per il settore alzheimer, diversamente dagli altri reparti, si è riproposto l’utilizzo dei colori già in uso, su indicazione di una psicologa".

TORNA ALLA HOME