Menu
Cerca

Capriatese parteciperà al Mongol Rally percorrerà 16mila chilometri

Capriate. Giacomo Chignoli è pronto per la partenza, con lui il bottanuchese Pierluigi Sala.

Capriatese parteciperà al Mongol Rally percorrerà 16mila chilometri
01 Luglio 2018 ore 09:41

Capriatese parteciperà al Mongol Rally. Giacomo Chignoli, professionista crespese è pronto per partecipare all’avventura nelle steppe dell’Asia.

Capriatese parteciperà alla massacrante gara a bordo di una Panda

Permessi, autorizzazioni, iter burocratici. Fervono i preparativi per la partecipazione al Mongol Rally di Giacomo Chignoli che si appresta a raggiungere le steppe dell’Asia partendo dalla mitteleuropea Praga.  Lo start è in programma il 16 luglio dalla capitale boema.

Equipaggio tutto bergamasco

Ad affiancare Chignoli al Mongol Rally ci sarà il bottanuchese Pierluigi Sala. “L’Orobica speed parteciperà con un equipaggio tutto bergamasco ed eterogeneo ma affiatato. Io mi occupo di consulenza super partes e wealth management, mentre il mio copilota opera nell’ambito dell’edilizia”

Un simbolo dell’Italia

La scelta dell’auto è caduta, non casualmente su una Panda 4×4 del 1998.  “Le regole fondamentali del Mongol Rally sono tre: auto di meno di 1.200 di cilindrata, fare beneficenza, e viaggiare senza l’ausilio di Gps su un percorso non predisposto dall’organizzazione. Viaggiando all’estero abbiamo voluto partecipare con un’auto simbolo dell’Italia come la Panda – ha ripreso il capriatese – Mentre per l’aspetto della beneficenza abbiamo pensato a un viaggio “carbon neutral and more” e per questo abbiamo deciso di supportare CoolEarth che lavora con le comunità delle foreste pluviali per formare il taglio degli alberi e il cambiamento climatico” .

Arrivo in Siberia

Quest’anno la meta del Mongol Rally non sarà Ulan Bator come in passato, ma Ulan Ude in Russia. “Passeremo da Austria e Germania per raggiungere Praga – ha spiegato Chignoli – Quindi attraverseremo la Slovacchia, l’Ucraina, la Russia, l’Armenia, la Georgia, l’Azerbaijan, e quindi procederemo lungo la via della seta in Turkmenistan, Uzbekistan e Kirgisistan, per passare poi dai deserti mongoli ripassando da Russia e Kazakhistan. In totale 16mila chilometri e un viaggio che durerà dai 21 ai 30 giorni”.

Il servizio completo sulla Gazzetta dell’Adda in edicola e in VERSIONE SFOGLIABILE WEB per pc, smartphone e tablet da sabato 30 giugno

 

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE