Menu
Cerca

Cani e gatti in ospedale : da Treviglio la rivoluzione che apre le porte agli animali domestici

Cani e gatti in ospedale : da Treviglio la rivoluzione che apre le porte agli animali domestici
Cronaca 29 Dicembre 2016 ore 10:53

Cani e gatti in ospedali della Lombardia, ora si può

Redazione 29 dicembre 2016

La regione Lombardia si prepara ad aprire agli animali domestici le porte degli ospedali, delle case di cura e delle case di riposo.

Non si tratta di una novità assoluta: nell’ospedale di Treviglio è realtà da oltre un anno. Ma ora diventerà possibile in tutta la regione, attraverso il nuovo regolamento sulla tutela degli animali d’affezione, che la giunta regionale discute il 29 dicembre.

Gli animali domestici entreranno negli ospedali con museruola e guinzaglio di massimo un metro e mezzo (cani) oppure nei trasportini (gatti o conigli) e dovranno essere accompagnati da una persona maggiorenne. L’accompagnatore sarà tenuto a raccogliere perdite di pelo e altro, nonché a fare il possibile per evitare l’eventuale fuga. 

Ma il regolamento è anche molto altro. Qualche esempio: non sarà possibile utilizzare la catena, mentre i proprietari saranno tenuti ad assicurare cibo e acqua quotidianamente, a garantire le cure senza ritardi, a consentire attività motoria e “contatti sociali tipici della specie”, a iscrivere all’anagrafe i cani (tutti) e i gatti che siano destinati al commercio o siano di colonie feline. 

 
 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli