Cancro primo aiuto premia gli ospedali lombardi

Riconoscimento anche per l'Asst di Cremona.

Cancro primo aiuto premia gli ospedali lombardi
Cremasco, 29 Novembre 2017 ore 10:26

Un premio per saldare un rapporto di collaborazione che ha permesso a tanti malati di avere servizi puntuali e vicini alle loro necessità. E’ quello che Cancro Primo Aiuto ha voluto assegnare ai vertici di una quindicina tra aziende socio sanitarie territoriali e cliniche private della Lombardia con cui l’associazione brianzola lavora da anni. Tra i premiati anche il direttore dell’Asst di Cremona.

La premiazione

L’evento si è svolto lunedì 27 novembre presso Villa Walter Fontana a Capriano di Briosco (MB). A consegnare i premi – una targa con il motto di Cancro Primo Aiuto (“Siamo solo uomini che aiutano altri uomini”) e un augurio (“Insieme possiamo continuare ad aiutare sempre più malati”) – sono intervenuti, insieme al presidente di Cancro Primo Aiuto, Antonio Bartesaghi, il vicepresidente di Regione Lombardia, Fabrizio Sala, il vicepresidente della Camera di Commercio di Milano e Monza, Carlo Edoardo Valli, e il capo segreteria dell’assessorato all’Inclusione sociale di Regione Lombardia, Giulia Martinelli.

I premiati

Ma ecco l’elenco dei premiati: Carlo Picco, direttore sanitario di Areu, Eugenio Cremascoli, presidente della Clinica Columbus, Camillo Rossi, direttore generale dell’Asst Cremona, Alessandro Visconti, direttore generale dell’Asst Fatebenefratelli Sacco di Milano, Renato Cerioli, amministratore delegato dell’Istituto Cliniche Zucchi di Monza, Paola Palmieri, direttore amministrativo dell’Asst di Lecco, Cesare Candela, direttore sanitario dell’Asst Nord Milano, Matteo Stocco, direttore generale dell’Asst di Monza, Marco Trivelli, direttore dell’Asst Grande Ospedale Metropolitano Niguarda, Fabio Pezzoli, direttore sanitario dell’Asst Papa Giovanni XXIII, Francesco Laurelli, direttore generale dell’Asst Gaetano Pini Cto di Milano, Giovanni Monza, direttore sanitario del Policlinico San Matteo di Pavia, Callisto Bravi, direttore generale dell’Asst Sette Laghi di Varese, Rosella Petrali, direttore sociosanitario dell’Asst Valtellina e Alto Lario, e Giovanni Materia, direttore medico del Poc di Carate dell’Asst di Vimercate.

Cancro primo aiuto

“Siamo solo uomini che aiutano altri uomini”. E’ questo il motto della Onlus Cancro Primo Aiuto, nata nel 1995 in memoria del senatore Walter Fontana. L’Associazione non ha scopo di lucro e propone iniziative nel campo dell’assistenza socio-sanitaria a favore degli ammalati di cancro e dei loro familiari. Sostenuta da oltre un centinaio di sponsor, tra enti pubblici, associazioni imprenditoriali e soprattutto aziende private, Cancro Primo Aiuto estende la sua azione nell’ambito territoriale della Lombardia, in particolare nelle oltre 50 strutture ospedaliero-sanitarie in cui si è consolidata una collaborazione, distribuite nelle province di Bergamo, Brescia, Como, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio e Varese. Nel corso del 2016 hanno avuto rapporti con l’associazione oltre 26mila pazienti per un totale di circa 52mila prestazioni. Sono una quarantina i collaboratori sostenuti economicamente dalla Onlus e un centinaio i medici volontari collegati a Cancro Primo Aiuto, sempre a disposizione gratuita per i malati e le loro famiglie.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia