Menu
Cerca

Brignano in love: la fiera degli sposi a Palazzi Visconti

Torna Brignano in Love,  la fiera degli sposi che come ogni anno sbarca nel romanticissimo Palazzo Visconti.

Brignano in love: la fiera degli sposi a Palazzi Visconti
Treviglio città, 09 Marzo 2018 ore 17:06

Torna Brignano in love,  la fiera degli sposi che come ogni anno sbarca nel romanticissimo Palazzo Visconti.

Con Fili Intrecciati

L’appuntamento è per domenica prossima, 18 marzo a Palazzo Visconti quando ritornerà in scena l’evento più gradito dai novelli sposi e non solo.  L’evento è patrocinato dal Comune  e organizzato dalla Cooperativa Sociale «Fili Intrecciati». Coppie di sposi da tutta la Lombardia sono attese per al seconda edizione. Saranno accolti da espositori selezionati i quali proporranno nuove idee per il giorno più importante della loro vita di coppia.

L’idea

L’iniziativa, presentata oggi pomeriggio a Brignano, è diventata realtà grazie all’intuizione della blogger Erika Bocchi che aveva scelto proprio Brignano per pronunciare il suo fatidico “sì”. Poi l’idea e l’incontro con il sindaco Beatrice Bolandrini per dare vita a Brignano in love che l’anno scorso ha portato ben 600 visitatori. Visto il successo della prima edizione si è deciso di riproporla cambiando qualche dettaglio. Quest’anno, infatti, la manifestazione andrà in scena a marzo in un’unica giornata.

Gli obiettivi

Lo scopo primario dell’iniziativa è quello di dare visibilità a Fili intrecciati che, per il suo matrimonio, si era occupata della realizzazione di bellissime bomboniere. Non manca poi la volontà di dare ai futuri sposi un ventaglio di possibilità tra cui scegliere e ricordare – ancora una volta – che nel castello di Brignano ci si può sposare: eccome. Ne sono un esempio Veronica e Massimiliano che hanno potuto dire il loro “sì” accompagnati anche dai loro amici a quattro zampe.

Promozione a 360 gradi

“L’attività di promozione procede a 360 gradi – ha confermato il sindaco Beatrice Bolandrini – non solo con visite e mostre, ma anche con eventi di questo tipo che valorizzano ancora di più il nostro patrimonio”.