Cronaca

Boom di visitatori al Santuario, merito anche di Brebemi

Un aumento confermato anche dal numero di particole ordinate per le messe: sono state 300mila

Boom di visitatori al Santuario, merito anche di Brebemi
Cronaca Treviglio città, 12 Agosto 2017 ore 17:36

«I visitatori al Santuario sono in aumento: merito di Brebemi? Non saprei, ma di certo i tempi si sono molto accorciati». Lo conferma il rettore del Santuario don Antonio Mascaretti numeri, delle particole, alla mano. Sì perché per farsi un'idea di quanti visitatori arrivino ogni anno al tempio mariano questo sembra essere il metodo più affidabile.

Ridotti i tempi di percorrenza

Raggiungere il tempio mariano di Caravaggio non è mai stato così semplice e gli effetti iniziano a farsi vedere. Difficile dire con certezza cosa abbia influito positivamente sull’aumento di fedeli in pellegrinaggio, ma di certo non si può ignorare come il trend in crescita sia legato - almeno a livello temporale - all’apertura dell’autostrada A35 che proprio all’entrata della città ha uno dei suoi caselli. «Un aumento dei visitatori è sicuramente vero - ha confermato il rettore del Santuario don Antonio Mascaretti - A cosa sia dovuto è difficile dirlo, ma è certo che impiegare 20 minuti per raggiungere Caravaggio, utilizzando l’autostrada, al posto dei 45 minuti prima della sua apertura, influisce non poco. Soprattutto per i tanti fedeli che da anni frequentano abitualmente il Santuario pur essendo di Milano».

Il "metodo della particola"

«Non abbiamo modo di conteggiare fisicamente quanti visitatori riceviamo ogni anno - ha spiegato don Antonio - Ma c’è un dato piuttosto evidente ed è l’aumento delle ordinazioni delle particole per la Comunione. Siamo arrivati a 300mila. Se poi contiamo che molte persone, per vari motivi, non fanno la Comunione si può stimare un afflusso di circa mezzo milione di fedeli, 700mila al massimo».
Ad oggi, insieme al consumo delle candele (anche quello in aumento) la «conta delle particole» è l’unico modo per avere un’idea, comunque approssimativa, dei visitatori.  Il boom si concentra in primavera e in particolare a maggio per il mese mariano. Ma un’ulteriore conferma del trend in crescita è l’ottima stagione che si sta registrando anche in questi mesi estivi.

Leggi l'intervista completa sul Giornale di Treviglio in edicola.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter