Cronaca
Disservizi

Bollette e corrispondenza in ritardo, Pergreffi scrive a Poste Italiane

Di conseguenza si sono registrate lunghe code all'esterno degli uffici postali.

Bollette e corrispondenza in ritardo, Pergreffi scrive a Poste Italiane
Cronaca Treviglio città, 04 Gennaio 2022 ore 15:12

Bollette, raccomandate e corrispondenza in ritardo, nella Bassa bergamasca piovono le segnalazioni e la senatrice Simona Pergreffi, Capogruppo Lega VIII Commissione del Senato, scrive a Poste Italiane.

Posta in ritardo

Documenti bancari e bollette consegnate con settimane di ritardo e disagi non indifferenti per i cittadini. E' quanto raccontano le diverse segnalazioni ricevute dalla senatrice Pergreffi da parte di utenti bergamaschi ormai esasperati. Da qui la scelta di scrivere all'Ad di Poste Italiane Matteo Del Fante e al direttore provinciale di Bergamo di Poste Silvia Mazzoleni.

"Comprendendo i problemi legati alla carenza di personale in quarantena per il Covid che coincide con l'incremento delle consegne di pacchi durante il periodo natalizio, non posso comunque esimermi dal rilevare che i ritardi erano comunque già antecedenti all'esplosione di contagi degli ultimi 10/15 giorni - ha fatto presente Pergreffi - Le segnalazioni più pressanti, inoltre, non riguardano tanto i pacchi, quanto la corrispondenza di bollette e documenti bancari (quindi anche del servizio gestito dalla consociata Nexive) che verso la fine dell'anno registra un consistente aumento e che comporta in caso di insolvenza ulteriori spese e disagi per l'utenza".

Disagi e code negli uffici postali

Una situazione che oltre a creare disagi ha portato inevitabilmente a registrare lunghe code agli uffici postali. Utenti, anche anziani, spesso in fila al freddo, per riuscire a ritirare raccomandate e corrispondenza.

"Dall'altro lato ricevo anche solleciti da parte di diversi dipendenti di Poste che lamentano, dopo l'acquisizione di Nexive e l'appalto del recapito di Amazon, un pesante aumento del carico di lavoro negli uffici postali, nei centri distribuzione e nel recapito dei portalettere - ha aggiunto Pergreffi - Sono quindi a chiedere quali provvedimenti urgenti intendete adottare per superare questa fase di criticità e in prospettiva quali interventi strutturali ha in programma Poste Italiane per garantire un servizio efficiente e una più idonea organizzazione lavorativa interna".

Una richiesta a cui è seguita la disponibilità, nel suo ruolo di componente della Commissione Lavori pubblici e comunicazioni, a valutare e supportare le iniziative che possano migliorare i servizi e ridurre i disagi per i cittadini.