Menu
Cerca

Il Biogas non va temuto, parola del sindaco-agronomo

L'intervento del sindaco covese a favore del futuro impianto di Biogas che sorgerà a Martinengo. In molti infatti credono sia un'altra bomba ecologica.

Il Biogas non va temuto, parola del sindaco-agronomo
Cronaca 07 Luglio 2017 ore 13:40

Il Biogas non è una minaccia, ma una risorsa

«L’impianto di biogas non è un problema, anzi è una risorsa». A spezzare una lancia a favore della nuova centrale che sarà costruita vicino al territorio di Cortenuova ci ha pensato il sindaco-agronomo di Covo Andrea Capelletti, il quale è voluto intervenire ufficialmente nella questione.

Via libera al Biogas, parola di agronomo

«Da agronomo – ha detto – posso assicurare che non bisogna aver paura della nuova centrale di biogas. Anzi secondo me questa sarà un’ottima risorsa non solo per la cittadinanza, ma specialmente per gli agricoltori». Queste centrali biogas hanno infatti un doppio vantaggio. In primis producono energia pulita. Inoltre abbassano la quantità di nitrati presente nel concime, che se fosse eccessiva potrebbe inquinare irreparabilmente le falde acquifere.

Come funziona il Biogas?

«Nelle centrali di biogas avvengono due procedimenti – ha spiegato Capelletti – il primo è un processo anaerobico utile a produrre gas metano che potrà essere riutilizzato per il teleriscaldamento o altro. Il secondo è una lavorazione aerobica, che permette di abbassare il contenuto di nitrati all’interno del concime. Infatti l’azoto presente nel liquame assume lo stato areoforme e si disperde nell’atmosfera, evitando così di inquinare le acque sottostanti ai terreni. Il liquame dopo questo processo denominato denitrificazione assume il nome di digestato. Questa trasformazione evita anche che si disperdano nell’aria odori molesti che si annusano tipicamente quando i campi vengono concimati».

Dal Biogas provengono solo benefici

Il motivo che ha spinto Capelletti ad intervenire nella questione è che secondo lui è stata fatta confusione. Sono stati in molti infatti a lamentarsi per l’arrivo del nuovo impianto a Martinengo. Specialmente il comitato «Salva la Bassa», che dopo la resa alla realizzazione dell’impianto di stoccaggio di amianto in località Casette ora teme in una nuova minaccia per la salute dei residenti. «Non c’è alcun pericolo – ha concluso Capelletti – dal biogas possono derivare solo vantaggi, specialmente per l’ambiente, oltre che a quelli per la comunità: energia pulita e abbattimento dei nitrati».

(Il sindaco di Covo Andrea Capelletti, di professione agronomo)

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli