Bilancio, il Pd: "Zero euro per lavoro e inquinamento"

Laura Rossoni fa le pulci al documento economico e propone di reperire più fondi dalla lotta all'evasione fiscale.

Bilancio, il Pd: "Zero euro per lavoro e inquinamento"
Treviglio città, 16 Febbraio 2018 ore 16:51

Bilancio, il Partito Democratico fa le pulci all'Amministrazione di Treviglio e attacca: "Il bilancio del Comune ha il fiato corto". Ne è convinta la capogruppo in Consiglio comunale Laura Rossoni che, in attesa che l’Aula esamini il documento economico il prossimo 27 febbraio, non risparmia critiche alla situazione dei conti pubblici.

Bilancio

"Se un Comune fosse un’azienda, con un bilancio di oltre 25 milioni potrebbe fare molte più cose di quanto invece non faccia l’Amministrazione di Treviglio - ha esordito - A fronte di una spesa corrente di poco più di 25 milioni, infatti, i conti fanno fatica a tornare e si usano imposte per quasi 16 milioni di euro, multe e proventi da servizi, cioè soldi dei cittadini, per 6,8 milioni e alienazioni di beni comunali per 2,1 milioni euro. Le alienazioni, insomma, usate a elastico, senza sapere se ci saranno davvero, per arrivare a zero deficit".

"Braccino corto"

Secondo Laura Rossoni, la maggioranza avrebbe il "braccino corto" per quanto riguarda gli investimenti in lavoro, formazione e ambiente. "Quanto destina il nostro Comune ai servizi per lo sviluppo del lavoro e della formazione professionale? - ha proseguito il consigliere di opposizione - Nientepopodimeno che zero euro. E il Comune con l’aria più sporca della provincia di Bergamo quanto investirà per migliorarla e ridurre l'inquinamento? Ancora zero euro".

"Lotta all'evasione"

La capogruppo del Pd ha quindi proposto di sfruttare un’altra fonte di entrate in bilancio prevista dalla Legge: ovvero somme trattenute dalla compartecipazione con lo Stato nella lotta all’evasione fiscale. «Questi soldi - ha chiarito - possono tradursi concretamente in una marcia in più a disposizione della città. Lo spirito di questa legge è quello di affidare a chi è più vicino al territorio il compito di verificare davvero certe dichiarazioni che lasciano perplessi. Ma occorre coraggio politico per mettere le mani in questioni tanto delicate. Treviglio - ha sottolineato Rossoni - recupera dall'evasione fiscale 'solo' 12 mila euro che poi butta nel calderone dei conti generali".

Leggi l'intervista completa sul numero edicola del Giornale di Treviglio