Menu
Cerca

Aumento autostrade ma non per chi viaggia in Teem

Brutte notizie per i pendolari, da ieri un nuovo aumento sulla strade. Ma non per tutti...

Aumento autostrade ma non per chi viaggia in Teem
02 Gennaio 2018 ore 06:51

Aumento autostrade? Non per chi viaggia sulla A58-TEEM.

Aumento autostrade dal 2018

Nessuna stangata per gli automobilisti, gli autotrasportatori e i motociclisti dotati di Telepass Family o Business. Gli utenti di A58-TEEM non subiranno un aumento dei prezzi, in quanto la proroga fino al 31 gennaio 2018 dello sconto-open (20%), neutralizza l’aggiornamento
delle tariffe dal primo gennaio, annunciato dal Ministero delle Infrastrutture.

Incrementi minimi

Le persone dotate di Telepass Family o Business, o in procinto di aderire alla promozione, vedranno lievitare di pochissimo l’entità dei pedaggi esatti ai caselli dell’Autostrada. Il rinnovo dello sconto-open, in vigore anche lungo A35-BreBeMi (ma non esteso nelle interconnessioni di A58-Teem con A1 Milano-Napoli e con A4 Milano-Napoli e con A4 Venezia-Torino), consentirà ai transitanti di incominciare l’anno sotto il segno di un consistente risparmio.

Pari opportunità

Nell’ottica di garantire pari opportunità di risparmio a ogni tipologia di utenza, Tangenziale Esterna SpA offre, inoltre, al 15% della clientela ancora sprovvisto di Telepass la possibilità di dotarsi del sistema elettronico, con l’ulteriore incentivo della gratuità per un anno del canone al Best Price. Gli utenti interessati a risparmiare, dalla data di iscrizione alla fine del 2018, devono seguire le istruzioni riportate, sin dalle home-page, sui siti Internet delle Concessionarie www.tangenziale.esterna.it ewww.brebemi.it. La proroga sino al 31 dicembre 2018 dello sconto-open ai caselli di A58-TEEM è stata accreditata con lo scopo di aiutare le famiglie e favorire le imprese, mediante promozioni economicamente sostenibili.

Autostrade più care dall’1 gennaio 2018

Da domani viaggiare in auto sarà più caro. A partire dal 2018 le tariffe autostradali saranno “adeguate” dal Ministero dei Trasporti con ritocchi. Che andranno a coinvolgere un po’ tutti i viaggiatori. Qualche d’esempio: la tratta Milano-Torino aumenta di oltre l’8% rispetto al 2017.  La Pedemontana lombarda, registrerà un aumento dell’1,7%, mentre chi andrà da Milano a Bergamo pagherà quasi il 5% in più, da 3,50 a 3,60 euro.

Traffico in crescita, ma aumenti costanti

Sulle vecchie autostrade il traffico è in netta crescita, gli addetti sono in continua diminuzione, gli ammortamenti completati, gli investimenti promessi (in cambio degli aumenti tariffari) non sono mai stati realizzati e nonostante questo il Governo autorizza aumenti consistenti.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli