Menu
Cerca

Attentato a San Pietroburgo, in città una caravaggina – TreviglioTv

Attentato a San Pietroburgo, in città una caravaggina – TreviglioTv
Cronaca 03 Aprile 2017 ore 16:19

Redazione, 3 aprile 2017

Attentato a San Pietroburgo, in città c’è anche una caravaggina. Elisa Messaggi, 23enne in Erasmus, sta bene. 

Sta bene Elisa Messaggi, 23 anni, studentessa di Caravaggio che da un mese e mezzo di trova a San Pietroburgo per l’Erasmus. Proprio questo pomeriggio, quando un attentato in metropolitana ha ucciso almeno dieci persone ferendone 47,  era nella metropoli russa per accogliere due amiche, di Adro e Osio Sotto, che erano venute a farle visita.

L’esplosione è avvenuta sul metrò, verso le 15,30. Elisa e  due amiche –  un’altra bergamasca,  Marta Baiguini di Leffe e un’altra ragazza bresciana con le quali sta trascorrendo questi mesi  – hanno fatto subito sapere ai familiari di stare bene. Ad avvertire dell’accaduto i famigliari a Caravaggio è stata lei stessa, tramite un messaggio vocale di Whatsapp, mentre le linee telefoniche, come ha confermato l’Unità di crisi della Farnesina, sono pesantemente sotto stress e in parte sono state chiuse. “Ci ha contattati da un pullman strapieno, con un messaggio vocale dato che chiamare è impossibile – ha spiegato il padre – Dopo qualche secondo abbiamo saputo su Internet  dell’attentato”. 

 Laureatasi in Russo all’Università di Bergamo a novembre, Elisa Messaggi sta frequentando il corso di laurea specialistica e da un mese e mezzo si trova nella seconda città russa per il progetto Erasmus+. Vive a Puskin, una città della conurbazione di San Pietroburgo che conta 100mila abitanti. 

L’attentato

Non ci sono ancora rivendicazioni, ma è certo che sia stata una bomba a sventrare diversi vagoni della metropolitana cittadina, causando (al momento) dieci morti e 47 feriti. E’ successo tra le fermate Sennaya Ploshchad e Tekhnologichesky Institut. Seguono aggiornamenti

Foto Afp

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli